Camping a Borgo Panigale - Notizie.it
Camping a Borgo Panigale
Bologna

Camping a Borgo Panigale

Lo sgombero delle scuole di Borgo Panigale. Unica soluzione?

Erano in sessanta gli occupanti delle ex scuole Mazzini di Borgo Panigale. La Cancellieri ha deciso di sgomberare i locali della scuola poichè si tratta di una occupazione abusiva, e la legge va rispettata. Ma chi sono i senza casa di Bologna?

Sono in gran parte immigrati, alcuni con bambini, ma non mancano italiani. Non si tratta di clochard o bordeline. Sono persone che non riescono a pagare l’affitto, mica è poi tanto facile! Gli inquilini resistenti – già in tendopoli qualche mese fa in piazza Liber Paradisus – non hanno il cosiddetto potere d’acquisto. Sono i poveri che vengono allo scoperto.

Dal 25 aprile 2010, quella ex scuola era diventata una casa popolare intitolata a Dodi Maracino, attivista politico ome fondatore dell’associazione inquilini e assegnatari della sindacati di base. Una casa pronta ad accogliere famiglie di sfrattati, inquilini in cassa integrazione, precari e part – time, in attesa della casa popolare. Gli stessi occupanti ora campeggiano di fronte alla scuola manifestando un diritto, quello di vivere in maniera decorosa.

Ma non è solo questo.

Quel camping alla buona sta a dimostrare quanto è sottile il limite tra una situazione di dignità sociale ad un altra priva di quello che sembra un diritto elementare. Lo sgombero non serve a niente. Si sposta il problema al lato opposto della strada. In tal modo, si conserva una parvenza di legalità. E’ proprio il compito che ci si può aspettare da un commissario prefettizio. La città – e l’emergenza casa ne è una testimonianza – ha bisogno di una politica di ampio respiro che metta il diritto alla normalità al primo posto della sua agenda.

Luigia Bencivenga

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.