Canale di Sicilia, salvati dal naufragio 600 migranti
Canale di Sicilia, salvati dal naufragio 600 migranti
Catania

Canale di Sicilia, salvati dal naufragio 600 migranti

Un barcone di migranti approda nel porto di Lampedusa, oggi 9 aprile 2011. ANSA / ETTORE FERRARI

Ancora uno sbarco di migranti ha interessato il Canale di Sicilia, dove solo grazie al tempestivo intervento da parte della guardia costiera è stata evitata l’ennesima tragedia del mare. Il pronto intervento del personale di bordo ha consentito di mettere in salvo gli oltre 600 migranti, il cui barcone è stato intercettato a circa 110 miglia a sud dall’isola di Lampedusa.

Il barcone fatiscente in legno, lungo 20 metri è stato soccorso dall’intervento delle motovedette della Guardia Costiera e da una nave inglese che hanno consentito il trasbordo dei passeggeri, alcuni dei quali in precarie condizioni di salute, mentre il natante è poi stato abbandonato alla deriva.

Fra i migranti sbarcati si contano 426 uomini, 23 donne e 36 minori che sono stati successivamente ricoverati presso il centro d’accoglienza Imbriacola per le visite e la prassi di identificazione prevista per legge.

Poche ore dopo un altro barcone è stato soccorso dai mezzi della nave militare italiana “Bettica” che ha intercettato il natante alla deriva nei pressi delle coste libiche.

L’intervento della nave italiana ha consentito di mettere in salvo altre 121 persone a bordo del natante fatiscente.

1 Trackback & Pingback

  1. Canale di Sicilia, salvati dal naufragio 600 migranti | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*