Canone Rai, come chiedere l'esenzione
Canone Rai, come chiedere l’esenzione
Attualità

Canone Rai, come chiedere l’esenzione

canone rai

C'è tempo fino al 30 aprile per poter chiedere l'esenzione dal canone Rai. Per il 2018 è stato innalzato il tetto del reddito.

Mancano pochi giorni per chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai. Per l’anno 2018, il tetto di reddito è stato innalzato ai cittadini di 75 anni di età. Adesso, il nuovo limite è confinato agli 8mila euro. Per fare domanda di esenzione dal canone Rai, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva. In questo modo si attesta che si hanno i requisiti richiesti per poter poi godere di questa dimissione. Il modello si può facilmente scaricare sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per procedere, c’è tempo fino al 30 aprile.

Canone Rai requisiti esenzione

C’è tempo fino al prossimo 30 aprile per chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai. Chi è interessato deve affrettarsi, e ovviamente essere sicuro di avere i requisiti necessari. Innanzitutto, bisogna avere raggiunto i 75 anni anni di età entro il termine del pagamento del canone (tra il 31 gennaio e il 31 luglio), e avere un reddito massimo di 8mila euro.

Chi ha spento le candeline per la 75° volta tra il primo agosto 2017 ed il 31 gennaio 2018 può godere dell’intera esenzione dal pagamento del canone Rai. Invece, chi ha compiuto o compierà i 75 anni tra il primo giorno di febbraio scorso e il prossimo 31 luglio può godere soltanto dell’esenzione dal pagamento del secondo semestre. Per quest’anno, il tetto del reddito è stato portato a 8mila euro.
Questa modalità per chiedere l’esenzione non è sufficiente. Infatti, il cittadino ha bisogno di un altro importante requisito per chiedere l’esenzione dal pagamento del canone. Per avervi accesso, infatti, non bisogna convivere con altre persone che sono titolari di un reddito proprio. Le uniche eccezioni sono il coniuge e un soggetto unito civilmente.
L’esenzione vale per le televisioni, anche per più apparecchi, che si trovano dentro l’abitazione di residenza.

Come fare richiesta

Al 30 aprile mancano ormai pochi giorni, e bisogna affrettarsi.

Gli aventi al diritto, per chiedere ufficialmente l’esenzione dal pagamento del canone Rai, devono fare in questo modo. Devono andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, e scaricare il modulo su cui fare la dichiarazione sostitutiva. Nel modulo bisogna indicare le informazioni anagrafiche del richiedente e, nel caso, anche del coniuge o della persona unita civilmente. È necessario indicare anche l’anno per cui si chiede questa agevolazione. Infine, è necessario il reddito percepito nel 2017, ossia l’anno precedente.
Ci sono tre modalità, poi, che i richiedenti possono usare per fare la richiesta. La prima consiste nell’inviare senza busta, allegando una copia di un documento di identità, la dichiarazione sostitutiva tramite posta raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Direzione provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.
Oppure, tramite firma digitale, si può fare l’operazione interamente via internet, attraverso la posta elettronica certificata.

L’indirizzo a cui far necessariamente riferimento è cp22.sat@postacertificata.rai.it.
L’ultima opzione, per le persone che intendono fare la richiesta, è quella di consegnare il modulo presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche