×

Canone Rai: dichiarazione, modalità e scadenze

Scopriamo insieme quali sono le modalità per il pagamento del canone Rai, chi ha diritto all'esonero e quali sono le scadenze fissate per il 2018.

Canone Rai: dichiarazione, modalità e scadenze
Canone Rai: dichiarazione, modalità e scadenze

Scopriamo insieme quali sono le modalità per il pagamento del canone Rai, chi ha diritto all’esonero e quali sono le scadenze fissate per il 2018.

Canone Rai dichiarazione

La nuova legge è entrata in vigore già lo scorso anno e quest’anno le modalità per il pagamento o l’esonero del canone Rai non sono cambiate.

Chi in casa non possiede un televisore avrà tempo fino alla fine del mese (31 Gennaio) per compilare ed inviare all’Agenzia delle Entrate un’autocertificazione per richiedere l’esonero dal pagamento. L’autocertificazione ha validità annuale per cui, se avete inviato la vostra lo scorso anno, sappiate che la richiesta dovrà essere rinnovata anche quest’anno. Al contrario, chi ha l’obbligo di pagamento, questo verrà addebitato direttamente sulla bolletta della luce, ogni mese, per dieci mesi, con un costo fisso di 9,00 € al mese, per un totale di 90,00 € l’anno.

Modalità

Già dall’anno scorso, il canone Rai viene addebitato sulla bolletta della luce, con un costo mensile pari a 9,00 € al mese, per dieci mesi. Poiché la prima rata del nuovo anno scade nel mese in corso, chi in casa non possiede un televisore, dovrà affrettarsi ad inviare la richiesta di esonero dal pagamento, compilando un’autocertificazione da inviare all’Agenzia delle Entrate, online o tramite posta.

La richiesta potrà essere inoltrata online, direttamente dal contribuente o dall’erede, attraverso una App che troverete sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, potreste affidare il compito ad un intermediario abilitato, che può essere il CAF, un commercialista o un consulente del lavoro. In riferimento alla modalità online, avete anche una seconda opzione, ovvero, quella di inviare una PEC (posta elettronica certificata), con firma digitale, al seguente indirizzo: cp22.sat@postacertificata.rai.it Se, in alternativa, decidete di inoltrare la richiesta via posta, questa dovrà essere accompagnata da un documento di identità ed inviata in plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello Abbonamenti TV

Casella Postale 22, 10121 Torino

Esenzione canone Rai

Se né voi né altri componenti siete titolari di un contratto elettrico, entro il 31 Gennaio, dovrete compilare il modello F24, da inviare all’Agenzia delle Entrate, per richiedere l’esonero dal pagamento del canone Rai. Questo è il caso di chi risiede in case multifamiliari, di chi vive in affitto (nel caso in cui il titolare del contratto sia il padrone di casa), dei bidelli che vivono nelle scuole o dei portieri che vivono nella casa messa a disposizione dal condominio, ma anche dei figli che hanno la residenza e vivono nella seconda casa dei genitori e di quanti risiedono nelle isole non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale. Chi paga il canone con il modello F24, con scadenza fissata al 31 Gennaio, potrà farlo:

  • Con un unico versamento di 90,00 €:
  • Due rate semestrali di 45,94 € ciascuna, rispettivamente entro il 31 Gennaio ed il 31 Luglio 2018;
  • Quattro rate trimestrali, di 23,93 € ciascuna, entro il 31 Gennaio, il 30 Aprile, il 31 Luglio ed il 31 Ottobre del 2018.

Canone Rai scadenze

Sia che abbiate diritto all’esenzione sia che abbiate il dovere di pagare il canone Rai, le scadenze vanno rispettate. I cittadini che dichiarano il falso sull’autocertificazione rischiano una sanzione che, a seconda dei casi, va dai 200 ai 600,00 €.

Contents.media
Ultima ora