Caos al Villa Scassi - Notizie.it
Caos al Villa Scassi
Genova

Caos al Villa Scassi

nullI problemi non sono legati solo al sovraffollamento, dovuto a una sproporzione difficilmente risolvibile tra l’elevata domanda della popolazione e la piccola struttura ospedaliera di Sampierdarena. I medici fanno il possibile, ma da un po’ di tempo devono fare i conti anche con i bachi di un sistema informatico che sembra funzionare a singhiozzo. Tanto che alla fine della mattinata la direzione sanitaria, come confermano alcuni operatori del 118, ha chiesto un “alleggerimento”. Quando succede significa che la situazione è del tutto fuori controllo e non è più possibile far fronte al normale afflusso delle ambulanze. La conseguenza è l’ingolfamento a catena del San Martino e del Galliera, gli altri poli dell’emergenza genovese.
Il caso di Alessandro Papini, che ha aspettato quasi 24 ore per essere visitato, si ripete con frequenza. Il problema è che al pronto soccorso del Villa Scassi, nato in origine per soddisfare le esigenze di un quartiere o poco più, è stato affidato il bacino demografico che insiste su un territorio enorme, da Sampierdarena a Busalla.

Papini, nelle sue 24 ore di passione, si è scontrato direttamente con questa asimmetria di fondo: «La prima volta, martedì scorso, ho rinunciato alla visita dopo aver aspettato otto ore – dice – Mercoledì sono tornato poco prima di mezzogiorno e ho visto il primo camice bianco intorno alle 22». L’odissea di Papini ha spinto il capogruppo del Pdl in Regione, Matteo Rosso, a presentare un’interrogazione urgente per chiedere alla Giunta un intervento per ridurre i tempi di attesa.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Ariete 176 Estrattore di succo 400W Rosso, Bianco
99.9 €
Compra ora