×

Caos Grecia: dilaga la protesta, Atene a ferro e fuoco. Il Paese rischia la paralisi

Dopo le dichiarazioni shock della Commissaria europea per la pesca, Maria Damanaki : ”Abbiamo la responsabilita’ morale di guardare al dilemma con chiarezza: o troviamo un accordo con i creditori in modo che il nostro programma di duri sacrifici abbia risultati, oppure torniamo alla dracma”, centinaia di migliaia di greci ”indignati” manifestano da ieri pomeriggio sull’esempio delle proteste inscenate nei giorni scorsi dai cittadini spagnoli nella Plaza del Sol a Madrid. Le folla oceanica ha invaso tutte le piazze della capitale, Atene è completamente bloccata. La Grecia è paralizzata da ore sotto la spinta incessante della piazza che non mostra alcun segno di cedimento. Presidi permanenti si registrano presso la sede del Parlamento e del Governo ellenico. Presi d’assalto numerosi uffici pubblici in tutto il Paese.

Alle manifestazioni partecipano centinaia di migliaia di cittadini che intendono cosi’ esprimere la propria collera contro le misure di austerita’ decise dal governo socialista di Giorgio Papandreou. Le proteste, secondo i partecipanti, non hanno nulla a che vedere con i partiti e sono il frutto di una indignazione dilagante nel Paese. La Grecia sta attraversando il suo momento più buio dal dopoguerra ad oggi, l’economia non riparte e i licenziamenti sia nel settore pubblico che in quello privato stanno facendo scivolare verso la povertà assoluta milioni di cittadini.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche