×

Capomulini, malore in mare per un sacerdote: soccorso e salvato

Attimi di panico a Capomulini, frazione del comune di Acireale, qui un sacerdote ha avuto un malore in mare, ma fortunatamente è stato soccorso e salvato

Sacerdote salvato da un malore in mare

Attimi di vero panico quelli che si sono consumati a Capomulini nella mattinata del 18 agosto 2021, qui il parroco della chiesa di San Vito a Catania ha accusato un malore in mare. L’uomo è stato tempestivamente soccorso dai bagnini presenti nella nota località marinara e poi dai soccorritori intervenuti sul posto.

Capomulini, sacerdote accusa malore in mare

Erano circa le ore 10:00 del mattino di mercoledì 18 agosto 2021, quando un sacerdote e più precisamente il parroco della chiesa di San Vito a Catania, ha accusato un grave malore mentre era in mare.

Mentre faceva il bagno nelle acque antistanti la nota frazione marinara di Capomulini, facente parte del comune di Acireale, il sacerdote ha accusato un malore dopo essersi tuffato dal noto lido “Il faro”.

Capomulini, sacerdote accusa malore in mare: salvato dai bagnini

Sarebbe potuta concludersi in tragedia la vicenda che ha avuto come protagonista il parroco della chiesa di San Vito di Catania, che nella mattinata del 18 agosto 2021, ha accusato un malore in mare.

Salvifico è stato per l’uomo il tempestivo intervento e soccorso operato dai bagnini del posto, che avendolo visto in difficoltà, si sono precipitati ad aiutarlo e lo hanno trasportato immediatamente sugli scogli, in attesa dell’arrivo dei soccorritori.

Capomulini, sacerdote accusa malore in mare: salvato dai bagnini e dai soccorritori

Una brutta disavvenutra che fortunatamente si è conclusa senza gravi e drastiche conseguenze, quella accaduta al sacedote della chiesa di San Vito a Catania. Dopo il salvifico intervento di salvataggio operato dai bagnini, sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco e i pompieri della Sezione Navale.

Grazie alla motobarca della Sezione Navale di Catania, il parroco è stato trasportato al Porto di Acitrezza, qui è stato preso in carico dagli operatori del 118, che si sono occupati di fornirgli le cure mediche necessarie e ne hanno poi disposto il trasferimento presso il Policlinico.

Giunto al porto di Acitrezza il sacerdote presentava una grave insufficienza respiratoria, motivo per cui è stato trasferito al Policlinico, solo dopo essere stato stabilizzato grazie all’assunzione di ossigeno con ventilazione assistita.

Attualmente il prete è ricoverato presso la struttura ospedaliera, la diagnosi è di polmonite da annegamento, secondo quanto riportato da fonti locali.

Contents.media
Ultima ora