×

Capri, gabbiano ruba un panino e viene ucciso con una pietra: scoppia la rissa

Un gabbiano ha rubato un panino su una spiaggia di Capri ed è stato ucciso con una pietra. Tra i presenti è scoppiata una rissa.

Gabbiano

Un gabbiano ha rubato un panino su una spiaggia di Capri ed è stato ucciso con una pietra. Tra i presenti è scoppiata una rissa. Un uomo è rimasto ferito nello scontro tra italiani e spagnoli e ha ottenuto 25 punti di sutura su una gamba. 

Gabbiano ruba un panino e viene ucciso: scoppia la rissa

Un gabbiano, sulla spiaggia di Marina Grande, a Capri, ha rubato un panino ad una persona. Non è la prima volta che accade, ma questa volta è finita molto male. Il gabbiano è stato ucciso con una pietra davanti a tutte le persone presenti sulla spiaggia. Una scena davvero terribile, che ha lasciato tutti sotto shock, tanto che è scoppiata una rissa, uno scontro tra italiani e spagnoli. Una persona che si trovava sul luogo è intervenuta per cercare di calmare le acque, ma è stata ferita alle gambe e ha dovuto far ricorso alle cure mediche.

I medici gli hanno applicato ben 25 punti di sutura. 

Gabbiano ruba un panino e viene ucciso: cosa è successo

Il terribile fatto è accaduto nella giornata di ieri, venerdì 6 agosto, sull’isola di Capri, nella spiaggia di Marina Grande. Un gabbiano ha rubato un panino ad un giovane bagnante che stava facendo colazione. La reazione di un parente del ragazzino è stata orribile: ha lanciato un sasso al volatile e lo ha ucciso.

La scena ha fatto arrabbiare moltissimo tre turisti di nazionalità spagnola che sono intervenuti in difesa dell’animale. A quel punto è scoppiata la rissa. Un dipendente della società di trasporti della funicolare è intervenuto per riportare la calma, ma è stato colpito con un oggetto tagliente, probabilmente un manico di un ombrellone, che gli ha provocato diverse ferite. Gli sono stati applicati 25 punti di sutura e sono dovuti intervenire la polizia e i vigili urbani. 

Gabbiano ruba un panino e viene ucciso: chiesto presidio di sicurezza

Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia e della polizia locale che hanno trasportato l’uomo che è intervenuto al Calilupi e hanno identificato le persone che hanno compiuto il terribile gesto nei confronti del gabbiano. La delegazione dell’isola di Capri dell’Unione Nazionale dei Consumatori, dopo quello che è accaduto, ha deciso di scrivere al Prefetto di Napoli, chiedendo un presidio di sicurezza sulla spiaggia libera di Marina Grande. 

Contents.media
Ultima ora