Carabinieri, online il bando di concorso per 2000 allievi
Carabinieri, online il bando di concorso per 2000 allievi
Lavoro

Carabinieri, online il bando di concorso per 2000 allievi

concorso carabinieri

Il bando è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è aperto anche ai civili. Il concorso prevede quattro tipi di prove.

Argomenti trattati

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale (reperibile anche online) il bando di concorso per il reclutamento di duemila aspiranti allievi Carabinieri in ferma quadriennale. Il concorso è aperto anche ai civili. La domanda di partecipazione può essere inoltrata a partire dal 16 maggio e non oltre il 14 giugno. Per iscriversi occorre compilare la domanda presente nella pagina prestabilita nel sito dell’Arma dei Carabinieri ed è necessario avere le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o la CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o una smart-card conforme.

I requisiti

Per partecipare, occorre possedere diversi requisiti. In primo luogo, essi sono diversi in base alla categoria di appartenenza. Per i militari, in servizio o congedati, occorre essere in possesso del diploma di Scuola secondaria di primo grado e non superare i 28 anni di età. E’ necessario inoltre aver prestato sette mesi di servizio continuato per i VFP1 e non aver partecipato, durante quest’anno, ad altri bandi di concorso per carriere nelle Forze dell’Ordine.

Per i civili, è necessario avere la cittadinanza italiana. Il bando è aperto fino a coloro che hanno 26 anni, non compiuti prima della scadenza di compilazione della domanda.

I test

Le prove sono quattro. La prima è una prova scritta, cui seguiranno una verifica di efficienza fisica, accertamenti psico-fisici e di attitudine alla professione e un colloquio finale con la commissione esaminatrice, che comprenderà la valutazione dei titoli. Per quanto riguarda la prima prova, è previsto un test di cento domande a risposta multipla predeterminata da completare entro un’ora. Gli argomenti presi in esame riguarderanno temi di attualità, la conoscenza della storia e struttura dell’Arma dei Carabinieri, nozioni di cultura generale (ad esempio storia, geografia, matematica, geometria, scienze e Costituzione della Repubblica italiana) e di informatica (conoscenza dei sistemi più diffusi), logica deduttiva e comprensione di un testo scritto, padronanza della lingua italiana e di una lingua straniera scelta dal candidato (inglese, francese, tedesco, spagnolo). E’ possibile, per i candidati, farsi un’idea del livello di complessità del test prima di sostenerlo: non meno di 30 giorni prima della prova infatti l’Arma dei Carabinieri metterà a disposizione online una dispensa di circa 7000-8000 quesiti, da cui saranno estrapolate le domande della verifica.

Ogni candidato potrà perciò consultarla gratuitamente e senza limiti in modo da prepararsi. Nel caso in cui le iscrizioni dovessero raggiungere un numero eccessivamente elevato, la prima prova sarà considerata selettiva; il suo superamento perciò sarà considerato propedeutico per sostenere le successive.

I posti

I 2000 posti sono ripartiti in questo modo: 1.056 allievi in ferma quadriennale, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno in servizio; 452 allievi in ferma quadriennale ma in ferma prefissata di un anno in congedo; 460 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato ai giovani che non abbiano ancora compiuto ventisei anni; 32 posti infine sono per coloro in possesso di un attestato di bilinguismo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche