×

Caraibi, misterioso ritrovamento di 20 cadaveri a bordo di una nave

Tra i 20 morti ritrovati sulla barca ai Caraibi ci sono anche 2 bambini.

Mistero ai Caraibi: trovate 20 persone morte

A largo delle isole Turks e Caicos, a sud delle Bahamas, sono state ritrovate morte venti persone, tra cui due bambini. La polizia è ancora impegnata nel cercare di capire le dinamiche della faccenda. 

Caraibi, trovate 20 persone morte su una barca

Giovedì mattina sono stati dei pescatori ad individuare la piccola imbarazione, chiamando immediatamente la polizia reale delle Isole Turks e Caicos. Gli agenti hanno  subito rimorchiato la nave a terra.

Nel frattempo, sono ancora in corso di accertamento anche l’identità e la nazionalità delle vittime.

Takara Bain, l’ufficiale addetto alle comunicazioni della polizia, ha affermato che gli investigatori avrebbero già messo da parte l’ipotesi di omicidio e starebbero, dunque, prendendo in considerazione altre piste, sulle quali, tuttavia, non sono state fornite informazioni.

Caraibi, trovate 20 persone morte su una barca: “Questa è una situazione tragica”

Mentre, il commissario di polizia Trevor Botting ha dichiarato che la barca molto probabilmente proviene da fuori dei Caraibi. Si dubita, inoltre, che la barca avesse come destinazione le isole Turks e Caicos. 

“Questo lavoro richiederà del tempo per essere completato. Qualunque siano le circostanze, questa è una situazione tragica in cui molte persone hanno perso la vita e i pensieri e le preghiere vanno a quelle famiglie che hanno perso una persona cara. Faremo tutto il possibile per identificarli e contattare le loro famiglie”. 

Purtroppo, c’è da dire Turks e Caicos sono spesso meta per gli haitiani che cercano di sfuggire alla povertà. Negli ultimi mesi Haiti ha, infatti, attraversato un periodo difficile per problemi politici, per non parlare dell’ondata di violenza delle bande che ha costretto migliaia di persone ad abbandonare le proprie case. Proprio venerdì scorso, la polizia di Turks e Caicos ha intercettato un’altra nave che trasportava 43 migranti haitiani, tra cui un bambino, al largo dell’isola di Providenciales. 

Caraibi, trovate 20 persone morte su una barca: caso simile verificatosi nel giugno 2020 

Inoltre, a giugno 2020, Srikajamukam Chelliah, cittadino canadese nato in Sri Lanka, si è dichiarato colpevole di traffico di esseri umani davanti a un giudice di Turks e Caicos. L’uomo è stato condannato a 14 mesi di carcere. È stato estradato in Florida e condannato il 24 febbraio a 32 mesi di carcere per aver introdotto in maniera clandestina alcune persone negli Stati Uniti. Il cittadino canadese, infatti, era stata sorpreso nell’agosto 2019 alla guida di una barca che trasportava ben 158 persone, tra cui 28 srilankesi.

Contents.media
Ultima ora