×

Carlo Ancelotti lascia l’Everton e torna al Real Madrid

Carlo Ancelotti lascia l’Everton e torna al Real Madrid, oggi la firma ufficiale davanti al presidente del blasonato club Florentino Perez

Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti torna dove ha toccato vette calcistiche assolute, cioè al Real Madrid. Lo ha comunicato in una nota ufficiale lo stesso club spagnolo dei “merengues”, specificando che “Carletto” avrà un contratto contratto triennale con il quale andrà a prendere il posto di Zinedine Zidane.

Ancelotti non è certo nuovo sulla panchina del Santiago Bernabeu: ha già guidato il Real dal 2013 al 2015 ed ha portato la squadra della capitale iberica alla conquista della sua decima Champions League, quando andò a battere i “cugini” dell’Atletico Madrid nella finale del 2014. 

Carlo Ancelotti torna al Real Madrid, oggi la presentazione ad opera di Perez

La presentazione ufficiale di Ancelotti è prevista per oggi, mercoledì 2 giugno, alle 18.00, ad opera del presidente Florentino Perez.

Il tecnico ed ex calciatore italiano ha voluto ringraziare il club di provenienza che ha allenato nel corso dell’ultimo campionato, le League inglese, cioè l’Everton, e lo ha fatto con una nota pubblicata anche sulla sua pagina Facebook: “Vorrei ringraziare il CdA, i giocatori e tutti i tifosi dell’Everton per il supporto che mi hanno dato durante la mia permanenza”. 

Carlo Ancelotti torna al Real Madrid, la nota di commiato per i “Toffees”

Ancelotti ha lasciato la panchina dei “Toffees” non senza rammarico e in un momento molto particolare, dato che pochi giorni fa  è scomparsa l’ex moglie, ma consapevole che la nuova sfida con il quotatissimo club spagnolo può rappresentare un nuovo, anzi, il definitivo trampolino di lancio verso la fase finale di una carriera straordinaria. Ha proseguito Ancelotti: “Spero possiate raggiungere ogni successo. Mi si è presentata un’opportunità inaspettata e credo che questa sia la mossa giusta per me e la mia famiglia”. 

Carlo Ancelotti lascia l’Everton e torna al Real Madrid, bruciando l’ipotesi Conte

Per il Real sfuma dunque l’ipotesi dell’altro grande pretendente italiano in lizza, quell’Antonio Conte che aveva lasciato“orfana” l’Inter subito dopo averle cucito sul petto lo scudetto. Assieme a Conte erano in corsa per il club guidato da Perez anche Maurizio Pochettino e lo stesso ex bomber Raul Gonzalez Blanco. Ancelotti non ha dubbi: “Ho deciso di partire perché ho una nuova sfida con una squadra che era sempre nel mio cuore, il Real Madrid”. E che l’ex campione italiano e i campioni spagnoli abbiano condiviso momenti di gloria assoluta, che del calcio è il vero cemento, è fatto indubbio.

Contents.media
Ultima ora