×

Carnevale a Bosa: Carrasegare Osincu

Condividi su Facebook
carnevale bosa

Identità e passione, sacro e profano, slanci di euforia e momenti di calma assordante: arriva il Carnevale in Sardegna. Ogni territorio dell’Isola per questa occasione conserva una tradizione unica e speciale. Tutte le località sono, però, accomunate dall’unicità di un’atmosfera insieme rituale e goliardica e dalle prelibatezze di stagione che tutti i visitatori potranno assaggiare.

Ecco gli appuntamenti del Carnevale in programma a Bosa dal 19 febbraio al 12 marzo 2011.

Il 19 febbraio alle 17 nel Teatro comunale inaugura la mostra sul Carnevale a cura di Lisa Biddoccu. La mostra sarà visitabile dal 19 febbraio al 13 marzo. Sempre il 19 febbraio si tiene la presentazione del Concorso fotografico sul Carnevale bosano. Il 24 febbraio è il momento di Gioggia laldaggiolu, dalle 10 in giro per le vie del centro cittadino.

Sabato 26 febbraio (dalle 16 a Casa Deriu) e domenica 27 febbraio (dalle 10 per le vie di Bosa) è in programma la seconda edizione del premio Antonio Atza, con un’estemporanea di pittura dal tema “Sos Carrasegares de Sardigna: ischintiddas et mascheras”.

Il 3 marzo, a partire dalle 10, sarà la volta della sfilata in maschera delle scuole Gioggia de Carrasecare mentre il 4 marzo sfileranno le maschere tradizionali regionali: appuntamento alle 17 in corso V.

Emanuele.

Il 5 marzo, a partire dalle 18, è in programma la manifestazione “Cantine in maschera” mentre il 6 marzo alle 16 in corso V. Emanule e poi dalle 20 nel centro storico sono previste esibizioni di Teatro di strada. Il 7 marzo si prosegue con il concorso a premi “Maschere e Mascherate”.

I festeggiamenti raggiungono il culmine l’8 marzo, martedì grasso: dalle ore 10 in corso V.Emanule si inizia la mattina con il lamento funebre di s’Attittidu. Le maschere si vestono a lutto e portano in braccio una bambola fatta di stracci, passano si casa in casa a chiedere del latte per “il bambino” abbandonato dalla madre. La sera l’abito delle maschere cambia e diventa bianco, escono per le strade a cercare il Giolzi Moro, il carnevale che fugge: dalle 19 in corso V.Emanuele, Chilchende a Giolzi.

Dalle ore 23, Giolzi a su fogu: i pupazzi vengono infine bruciati per le vie e nelle piazze del centro.

Il 12 marzo si conclude con la tradizionale “Pentolaccia” in piazza, a partire dalle 17, e con la Premiazione del concorso fotografico.

Informazioni:
Pro loco via Azuni, 5 – tel. +39 0785 376107
locobosa@tiscali.it
www.infobosa.com


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.