×

Caro bollette, le misure strutturali allo studio del governo contro gli aumenti

Giovedì 20 gennaio 2022 è atteso un Consiglio dei Ministri per discutere sulle misure strutturali da varare contro il caro delle bollette.

bollette

Il governo sta studiando delle misure per mitigare il caro bollette da inserire in un provvedimento atteso giovedì 20 gennaio 2022 in Consiglio dei Ministri. Si tratterebbe di quasi dieci miliardi di euro all’anno di tagli strutturali ai costi dell’energia più un raddoppio della produzione nazionale di metano.

Misure strutturali contro il caro bollette

Al Ministero della Transizione Ecologica stanno già studiando possibili interventi per reperire queste cifre. Tre miliardi potrebbero arrivare dalla cartolarizzazione degli oneri Asos, 1,5 miliardi dalle aste Ets (Emission trading system), 1,5 miliardi dal taglio degli incentivi sul fotovoltaico (il cosiddetto Conto energia), tra uno e due miliardi dal taglio degli incentivi sull’idroelettrico e 1,5 miliardi dalla negoziazione a lungo termine delle rinnovabili.

Il Ministro Cingolani, che ha confermato la volontà del governo di intervenire sul tema, ha spiegato che “bisogna far passare l’idea che il caro bolletta non dipende dalla transizione energetica ma da congiunture correlate al prezzo del gas“. Gli aumenti dei prezzi, ha chiarito, non dipendono dalla CO2 che pesa per il 20% ma dal costo della materia prima gas.

Contents.media
Ultima ora