> > Caro carburanti, la Commissione di garanzia ferma lo sciopero degli autotrasp...

Caro carburanti, la Commissione di garanzia ferma lo sciopero degli autotrasporti

benzina sciopero

La Commissione di garanzia per lo sciopero ha bloccato l'eventualità di uno stop per l'autotrasporto italiano, che era stato proclamato per il 14 marzo

La Commissione di garanzia per lo sciopero ha bloccato l’eventualità di uno stop per l’autotrasporto italiano, che era stato proclamato a causa del caro carburanti di queste settimane e che doveva iniziare il 14 marzo.

Sciopero autotrasporti, la decisione della Commissione di garanzia

Sembrava ormai certo che da lunedì 14 marzo potesse iniziare uno sciopero dell’autotrasporto italiano. L’idea dello sciopero era stata avanzata a seguito dell’incredibile rialzo del prezzo dei carburanti, benzina e gasolio, che ha raggiunto vette record, in Italia, che non toccava da moltissimi anni. Lo stop, però, è stato bocciato dalla Commissione di garanzia per lo sciopero.

La comunicazione della Commissione di garanzia

La Commissione di garanzia, attraverso il suo il commissario delegato, Alessandro Bellavista, ha frenato sulla possibilità di avviare una mobilitazione, a causa del: Mancato rispetto del termine di preavviso di 25 giorni e richiamando L’obbligo di predeterminazione della durata dell’astensione.”

Il prezzo dei carburanti continua a salire

Nel frattempo, però, il prezzo dei carburanti non accenna a scendere, anzi continua a salire. Come sappiamo, il prezzo di benzina e gasolio, può essere influenzato da diversi fattori come il costo delle materie prime e la loro lavorazione, ma anche la guerra in Ucraina.

Quello che emerge però è che le accise che sono state poste sui carburanti, a partire addirittura dagli anni ’30, pesano per oltre il 40% sul prezzo odierno della benzina.