Come riciclare a casa le cartelle della tombola di Natale
Come riciclare a casa le cartelle della tombola di Natale
Lifestyle

Come riciclare a casa le cartelle della tombola di Natale

tombola

La tombola è una delle tradizioni più sentite nel generale clima natalizio. Qui trovate tutte le indicazioni necessarie per creare il gioco da tavola più comune in modo originale.

Il gioco della tombola è sicuramente una delle tradizioni più seguite durante le festività natalizie. Si trascorre del tempo insieme agli affetti più cari davanti a panettoni, dolci, frutta e molte altre leccornie. Con un po’ di fantasia potete crearne una a vostro piacimento con il riciclo: ecco come e cosa fare.

Per rendere più originale la tombola di Natale potete scaricare gli schemi da Internet. Ma perché non coinvolgere anche i bambini e costruirne una insieme a loro? In questo modo raddoppierete il divertimento e passerete dei bei momenti assieme a loro. Vi serviranno davvero pochissimi oggetti e stupirete tutti con la vostra tombola personalizzata.

Occorrente per la tombola

Per una tombola fai da te non è necessario comprare quasi nulla. Di solito tutto il materiale è già disponibile in casa. Qui di seguito è elencato tutto quello che vi serve per creare il vostro gioco, ma c’è comunque sempre spazio per la vostra creatività:

  • cartoncini colorati o fogli da disegno;
  • pennarelli, pastelli, matite o altro per colorare;
  • bottoni, tappi di sughero, pedine o altro per segnare le caselle;
  • fagioli secchi;
  • un sacchetto di stoffa (preferibilmente con stampe natalizie).

Tabellone

Per prima cosa, prendete un cartoncino grande e disegnate 90 caselle che andrete a numerare da 1 a 90.

Potete scrivere i numeri di colori e forme diverse oppure fare le caselle di forme diverse. E perché non aggiungerci anche dei proverbi, dei modi di dire, citazioni contenenti quel numero preciso… È qui che potete dare libero sfogo al vostro lato artistico.

Cartelle

Successivamente dovrete realizzare le cartelle ritagliando dei cartoncini dentro ai quali disegnerete 27 caselle. Di queste, solo 15 andranno riempite con dei numeri scelti a caso. Solitamente con un foglio A4 si possono ricavare 4 caselle. Preparatene almeno una trentina, tenendo conto che un giocatore può richiedere più di una cartella. Per la quantità di cartelle da preparare cercate di capire prima quanti sono gli invitati, in modo da non trovarvi senza più cartelle quando arriva il momento.

Ricordate che nella numerazione della tombola, per facilitare i giocatori, i numeri vengono disposti in 9 colonne (e 3 righe). Questo vuol dire che nella prima colonna andranno i numeri da 1 a 9, nella seconda da 10 a 19, nella terza dal 20 al 29 e così via. L’ultima colonna, la nona, conterrà perciò i numeri dall’80 al 90.

Numeri

A questo punto dovete preparare i numeri da estrarre. Potete realizzarli semplicemente tagliando 90 quadratini di cartoncino. Oppure, se avete dei tappi di plastica, potete incollare sopra i numeri ritagliati o li potete scrivere con dei pennarelli indelebili. Se avete dei tappi di sughero, potete tagliarli (è sufficiente circa 1 cm di spessore) e decorarli con i numeri.

Ora non vi resta che mettere i numeri all’interno di un sacchetto decorato per le feste. Se non avete la stampa natalizia potete comunque realizzare dei disegni e incollarli sopra. O, ancora, usare del glitter e della colla a caldo per giocare con delle fantasie luminose. Insomma, anche qui siete liberi di giocare con la vostra creatività. A questo punto non vi resta che allestire la tavola con le caselle.

Segna numeri

Per coprire i numeri delle cartelle potete utilizzare dei fagioli secchi, dei chicchi di mais, delle lenticchie o dei bottoni. A volte, anche i gusci di frutta secca possono essere una soluzione. Perché non dipingerli per renderli più simpatici? Eventualmente, se avete degli scarti di stoffa, potete ritagliare, cucire e decorare dei segna numeri originali.

La tombola, una tradizione

Il gioco della tombola nasce a Napoli intorno al 1700, a seguito di una discussione tra il re Carlo di Borbone e padre Gregorio Maria Rocco. Il primo voleva legalizzare il gioco del lotto, un gioco d’azzardo diffusissimo, per evitare le pratiche clandestine. Il secondo invece non vedeva di buon occhio il lotto poiché lo considerava immorale, dal momento che distraeva i fedeli dalla preghiera.

Si arrivò alla fine a un compromesso tra le due posizioni, anche se il re ebbe la meglio: il gioco sarebbe stato vietato durante le festività natalizie. Evidentemente, se la tombola si gioca proprio durante il periodo di Natale e Capodanno, qualcosa deve essere andato storto… Infatti le famiglie, che amavano molto giocare, decisero allora di ricreare il gioco del lotto a casa. Da quel momento la tombola diventò una vera tradizione nei giorni di Natale.

Le novanta tessere numerate venivano messe in un cesto di vimini, detto “panariello”, e vennero poi inventate le caselle per tener conto dei numeri estratti. Un gioco, quello della tombola, che ha fin dalle origini caratteristiche “artigianali” e “famigliari”. Perché non riscoprirle quindi creando in casa la giusta atmosfera con un gioco completamente originale?

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Xiaomi Watch Xiaomi Huami Amazfit Bip Smartwatch White Cloud
81 €
Compra ora
Foppapedretti Segg. Auto Babyroad
63 €
77 € -18 %
Compra ora