Casamonica: Salvini righi dritto, noi siamo Rom italiani
Casamonica: Salvini righi dritto, noi siamo Rom italiani
Cronaca

Casamonica: Salvini righi dritto, noi siamo Rom italiani

Salvini Casamonica

Dopo che Matteo Salvini ha annunciato un "censimento" sui Rom la famiglia dei Casamonica avverte il ministro: "Con noi righi dritto".

Non solo l’opposizione contesta duramente le dichiarazioni di Matteo Salvini, che ieri parlava di un censimento dei Rom. A criticare il ministro dell’Interno anche i Casamonica, una delle famiglie rom più note della Capitale. Parla sia Angela Casamonica, la proprietaria del famoso maiale che lo scorso anno ha scorrazzato per le vie della Romanina, che Luciano Casamonica, nipote di quel Vittorio a cui nel 2015 la famiglia organizzò un funerale stile Il Padrino. Ma il vicepremier annuncia: “Io non mollo e vado dritto”.

Salvini sui Rom italiani

Anche se Matteo Salvini tenta di correggere il tiro dopo aver annunciato un censimento sui Rom, non si placano le polemiche. Il ministro dell’Interno specifica infatti che il suo obiettivo è semplicemente quello di “monitorare” la situazione nei vari campi nomadi sparsi in Italia. “Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno, nostro obiettivo è una ricognizione della situazione dei campi Rom – ha puntualizzato il vicepremier leghista – Intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza”.

A far discutere però anche un’altra frase.

Salvini infatti nel suo intervento a TeleLombardia aveva detto, quasi sconsolato, che purtroppo “i Rom italiani purtroppo dobbiamo tenerceli”. A stretto giro è arrivata la replica di una delle famiglie rom più note della Capitale. “Prima di parlare di noi si devono lavare la bocca” dice infatti Angela Casamonica, in una intervista a Dire.it.

La donna è diventata famosa lo scorso anno quando Giorgia Meloni denunciò lo stato di degrado a Roma immortalando un maiale che scorrazzava tranquillamente per le strade della Romanina, quartiere della Capitale. Quel simpatico animale era proprio di Angela Casamonica, che aveva ribattuto alla leader di Fratelli d’Italia spiegando: “Ci giocano i bambini, che lasciano aperto il giardino e quello scappa. – aggiungendo – Mo manco un maiale si può crescere?”.

Angela Casamonica: Salvini righi dritto

“Noi abbiamo lavorato sempre, non combiniamo guai: siamo stati commercianti di cavalli, ora vendiamo macchine” prosegue Angela Casamonica. “Siamo rom ma nelle roulotte ci vivevamo cinquant’anni fa, oggi abbiamo case guadagnate col sudore delle nostre famiglie” assicura.

“Noi siamo brava gente, la nostra famiglia si sta comportando bene” chiarisce quindi a Dire.it la donna.

“Noi siamo nati qua, Salvini ci vuole cacciare? – domanda – Ma che vuole da noi? Non lo può fare: abitiamo qui da una vita, tutto il quartiere ci ha visti crescere, ci vogliono bene tutti”. Poi quello che pare un avvertimento: “Salvini non mi fa paura, mi sembra una brava persona. Lui parla, fa il suo lavoro, ma con noi deve rigare dritto, non dire che viene a cacciare le persone”.

Luciano Casamonica: noi italiani da 7 generazioni

“Salvini può dire quello che vuole, ma noi Casamonica siamo italiani da 7 generazioni. Con due parole non può cambiare la vita delle persone” chiarisce anche Luciano Casamonica, nipote di Vittorio a cui la famiglia Rom organizzò nel 2015 nella Basilica di San Giovanni Bosco a Roma un funerale in stile Il Padrino. “Io sono nato a Roma e mi sento romano. – dichiara Luciano Casamonica – Lavoro e ho fatto cinema. I miei figli sono nati qui e il mio papà era abruzzese”. Poi aggiunge provocatoriamente: “Se Salvini vuole fare un censimento dei rom stranieri non posso metterci bocca, noi siamo italiani”.

Salvini: Casamonica non mi spaventano

Anche se ha puntualizzato che quello del Viminale non sarà un “censimento” (anche perché incostituzionale) ma un “monitoraggio”, il ministro dell’Interno annuncia che sulla questione non è intenzionato a mollare.

Dopo il polverone sollevato dalle sue dichiarazioni, già ieri Matteo Salvini precisava via Facebook: “Qualcuno parla di ‘shock’. Perché???”. Poi assicurava: “Io penso, oltre che ai furti, anche a quei poveri bambini, educati nei campi al furto e all’illegalità”. Oggi il vicepremier però replica direttamente ad Angela Casamonica, considerando alcune sue frasi “minacciose”.

“Qualcuno dei Casamonica mi minaccia e mi invita a ‘rigare dritto’? Non mi spaventa, – scrive infatti sui social il leader della Lega – anzi mi dà ancora più forza per riportare ordine, legalità e giustizia in Italia!!!”. Poi annuncia l’abbattimento di una casa abusiva in un campo Sinti non autorizzato a Carmagnola (Torino), dove amministra la Lega, e assicura che con lui al governo si passa “dalle parole ai fatti”. Infine, torna sulla polemica generata dall’idea di censire i Rom. “‘Censimento’ dei Rom e controllo dei soldi pubblici spesi. Se lo propone la sinistra va bene, se lo propongo io è razzismo” sottolinea su Facebook.

Salvini commenta infatti un articolo del Corriere.it, che ricorda come nel 2012 il Comune di Milano presentò un progetto per un “censimento” non “meramente numerico” ma anche “storico – qualitativo” da “aggiornare ogni sei mesi” dei “nuclei familiari delle popolazioni Rom, Sinti e Camminanti” presenti sul territorio.

A proporlo, spiega il quotidiano, Pierfrancesco Majorino, assessore ai servizi sociali prima con Giuliano Pisapia e ora con Giuseppe Sala. Ecco perché Salvini ribadisce con forza: “Io non mollo e vado dritto! Prima gli italiani e la loro sicurezza”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche