Casarza, microspia sull’auto - Notizie.it
Casarza, microspia sull’auto
Genova

Casarza, microspia sull’auto

nullSono le accuse mosse dai carabinieri della stazione di Casarza Ligure nei confronti di un uomo di 40 anni, residente in val Graveglia. Ipotesi di reato gravi, «pesanti» – spiegano gli inquirenti – che dovranno però adesso essere valutate dai magistrati della procura della Repubblica di Chiavari che ieri hanno ricevuto una dettagliata informativa dagli investigatori. I pm potrebbero decidere di iscrivere il nome del quarantenne sul registro degli indagati, ipotizzando però solo parte delle fattispecie di reato.

Ma andiamo con ordine. Gli accertamenti dei militari scattano alcune settimane fa, quando l’ex moglie dell’indiziato si presenta negli uffici della stazione casarzese. La donna, 37 anni, racconta di essere oramai separata, almeno di fatto, dal marito. La trentasettenne dice anche altro: l’uomo la perseguita, la pedina, la minaccia. L’intero campionario di comportamenti che configurano il reato di stalking. Peggio, il quarantenne è geloso e non vuole accettare la fine della sua relazione sentimentale con l’ex moglie.

Per questo motivo, nel corso di un incontro solo all’apparenza chiarificatore, il quarantenne si impadronisce del telefonino della vittima. La restituzione? Solo se la donna accetterà di riallacciare i rapporti oppure in cambio di denaro contante. Quell’episodio, comunque si concluda, potrebbe mettere la parola fine all’intera storia. O almeno è quello che si augura, in quei giorni, la trentasettenne.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche