Caserta: 25enne muore folgorato. Doveva sposarsi a settembre
Caserta: 25enne muore folgorato. Doveva sposarsi a settembre
Cronaca

Caserta: 25enne muore folgorato. Doveva sposarsi a settembre

muore folgorato lampione
muore folgorato lampione

Muore fulminato a 25 anni dopo aver toccato un paletto dell'illuminazione nell'abitazione della fidanzata. Accade nel casertano.

La tragedia si è consumata a Santa Maria Capua Vetere, nel casertano, dove un 25enne è morto folgorato dopo aver toccato inavvertitamente un circuito elettrico che fuoriusciva da un palo dell’illuminazione. Il giovane, secondo quanto riportano le prime ricostruzioni, stava scavalcando il cancello di un’abitazione, il contatto con un lampione dell’elettricità ne ha provocato la morte sul colpo.

Muore folgorato: a settembre si sarebbe sposato

Del giovane si sa che aveva solo 25 anni, lavorava con i genitori nella rosticceria di famiglia e il mese prossimo si sarebbe dovuto sposare. I medici non hanno potuto fare nulla per salvarlo, il contatto con il circuito elettrico ne ha provocato la morte immediata. Sul posto – l’incidente è avvenuto in via Dalla Valle a Santa Maria Capua Vetere, nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 agosto – sono intervenuti anche i poliziotti del Commissariato locale, i quali si sono messi subito al lavoro per cercare ricostruire i fatti nel modo più preciso possibile.

Il loro lavoro servirà per accertare se vi siano responsabilità in chi doveva realizzare la manutenzione del circuito elettrico.

Morto sotto gli occhi della fidanzata

Con il passare delle ore i poliziotti sono riusciti a ricostruire i contorni della terribile vicenda, anche grazie alle testimonianze di chi ha assistito a questo tragico incidente. Da quanto è emerso, fanno sapere le autorità, il giovane era in compagnia della fidanzata. Insieme erano appunto giunti in via Della Valle, davanti al cancello di ingresso del parco dove abitano i genitori della ragazza. Era notte fonda, per questo i due avrebbero deciso di non suonare il campanello, proprio per non svegliare i genitori di lei, che si trovavano nell’abitazione, al di là del cancello.

Una terribile fatalità

Così il 25enne deve aver preso la fatale decisione di scavalcare il cancello. Contrariamente a quanto ipotizzato inizialmente, la morte non è stata provocata dal contatto con un circuito elettrico fuoriuscito da un palo dell’illuminazione pubblica. A causare la morte sarebbe stato invece un lampioncino che era nel parco, proprio di fianco al cancello.

Giovanni deve essercisi appoggiato per sbaglio rimanendone folgorato.

Si indaga per accertare le responsabilità

L’ultima ricostruzione delle autorità aggiunge un nuovo terrificante elemento all’incidente. Giovanni sarebbe infatti morto davanti agli occhi della fidanzata, con la quale sarebbe convolato a nozze proprio nel mese di settembre. La polizia, esclusa la responsabilità dei tecnici della rete elettrica pubblica, proseguiranno le indagini per verificare le cause della morte e accertare se vi siano responsabilità che gravano su chi avrebbe dovuto occuparsi della manutenzione del circuito elettrico della residenza. Anche se per i genitori del ragazzo e la giovane fidanzata resterà con tutta certezza una perdita inspiegabile per la sua drammatica fatalità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Hugo Boss Hugo Just Different - Tester (No Scatolo)
34.5 €
Compra ora
Harry Potter: Scacchiera dei Maghi
69.95 €
Compra ora
Diadora Cyclette Silver Evo Rigenerata
109 €
249 € -56 %
Compra ora
piquadro Cartella Piquadro In Pelle E Tessuto Nero, Porta Computer 15.6" E Ipad, Organizzazione Interna Per Il Lavoro O Tempo Libero.
185 €
350 € -47 %
Compra ora