Caso colf in Nero, Fico: "Stiamo valutando di sporgere querela"
Caso colf in nero, Fico: “Sto valutando di sporgere querela”
Politica

Caso colf in nero, Fico: “Sto valutando di sporgere querela”

Roberto Fico

Il presidente della Camera Roberto Fico, accusato dalle Iene di aver assunto una colf in nero, sta valutando di sporgere denuncia.

Il Presidente della Camera, Roberto Fico, sta valutando di querelare il noto programma televisivo “Le Iene” per diffamazione per il servizio circa la colf in nero che avrebbe assunto per la sua casa a Napoli. Secondo quanto affermato dagli inviati delle Iene, Fico sarebbe a tutti gli effetti il datore di lavoro di una certa signora Imma, assunta e pagata senza regolare contratto di lavoro. Attraverso le parole della sua legale, Annalisa Stile, il Presidente ha fatto sapere che sta pensando di querelare il programma per diffamazione.

Caso Fico, le parole dell’avvocato

È l’avvocato Annalisa Stile a far sapere le intenzioni del presidente Fico nei confronti delle Iene. In una nota, la legale afferma: “Stiamo valutando di sporgere querela per diffamazione nei confronti della trasmissione Le Iene per aver insinuato il dubbio (per loro certezza, per come è stato montato il pezzo e per i commenti che accompagnano il servizio) che il presidente Roberto Fico abbia assunto a nero una colf/babysitter nella casa napoletana della signora Yvonne”, compagna di Fico.

L’avvocato sottolinea poi che intraprenderanno la stessa azione legale anche contro tutti i giornali che hanno riportato la falsa notizia, contribuendo alla sua diffusione.

Secondo quanto affermato dalla Stile, il presidente Fico è datore di lavoro di un’unica colf, nella sua abitazione di Roma, non di Napoli. Sottolinea poi come il rapporto di lavoro tra suddetta colf e il presidente sia regolato da una assunzione regolare.

Diversa è la versione riportata da Imma ai microfoni delle Iene. Durante il servizio, la donna si è lamentata di essere sfruttata perché costretta a lavorare per Fico senza regolare contratto di lavoro. Il presidente ribadisce che si tratta di un rapporto privato, informale. Imma sarebbe molto amica di Yvonne e le due donne “si aiutano a vicenda, possono andare a fare la spesa insieme”. Un rapporto privato che però, secondo Le Iene, è retribuito con 500 euro al mese, senza versamento di contributi.

I risvolti politici

Con questa azione legale, il presidente Fico desidera difendersi da quelle che la Stile ha definito “pretestuose polemiche e strumentalizzazioni politiche“. Risvolti politici inevitabili, data la posizione di Roberto Fico nel panorama istituzionale italiano.

Infatti, dopo l’uscita del servizio delle Iene, alcuni esponenti di Forza Italia, ma anche di Udc e del Pd, hanno chiesto le dimissioni del presidente della Camera.

Hanno sottolineato l’incongruenza tra l’immagine che Fico ha voluto dare di sé – un vero e proprio moralizzatore della politica italiana, che si tiene lontano da tutti i privilegi di cui potrebbe godere – e i suoi comportamenti tra le mura domestiche. “Una figuraccia”, così è stata definita da Maurizio Gasparri, esponente di Forza Italia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 429 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.