×

Caso Denise Pipitone in Parlamento, Piera Maggio: “Non sappiamo se la riabbracceremo, siamo la sua voce”

Il caso di Denise Pipitone è stato affrontato in Parlamento per l’istituzione di una Commissione d’inchiesta: le parole di Piera Maggio.

scomparsa

In Parlamento, si è tenuta la prima seduta volta ad avviare l’iter per ufficializzare l’istituzione di una Commissione d’inchiesta focalizzata sulla scomparsa di Denise Pipitone. L’incontro è stato commentato dalla madre della bambina scomparsa da ormai 17 anni, Piera Maggio, che ha postato un messaggio sui suoi canali social.

Caso Denise Pipitone in Parlamento, la prima seduta sulla creazione di una Commissione d’inchiesta

Nella giornata di giovedì 2 novembre, la Commissione Affari Costituzionali si è riunita per la prima volta in Parlamentoper avviare l’iter volto a istituire una Commissione d’inchiesta parlamentare incentrata sul caso della scomparsa di Denise Pipitone, la piccola sparita da Mazara del Vallo il 1° settembre del 2004.

La notizia è stata comunicata in modo ufficiale dalla deputata del Partito Democratico, Alessia Morani, che ha proposto l’istituzione della Commissione d’inchiesta.

Alessia Morani (PD), la prima seduta in Parlamento sul caso Denise Pipitone

Alla fine della prima seduta tenuta in Parlamento, l’onorevole Alessia Morani ha scritto sui propri canali social il seguente messaggio: “Si è appena conclusa la prima seduta della Commissione Affari Costituzionali in cui abbiamo iniziato l’iter per l’istituzione della commissione d’inchiesta parlamentare sulla scomparsa di Denise Pipitone. Tutti i gruppi parlamentari sono d’accordo sulla necessità di accelerare al massimo la discussione anche valutando la possibilità della commissione in sede legislativa.

Il presidente farà le opportune verifiche e poi riconvocherà la commissione. Siamo partiti!”.

Caso Denise Pipitone in Parlamento, la richiesta presentata per la Commissione d’inchiesta

Per quanto riguarda la richiesta di creare una Commissione d’inchiesta parlamentare sul caso di Denise Pipitone, questa era stata presentata nel mese di maggio dai deputati del PD Alessia Morani e Carmelo Micelli. L’obiettivo di una simile richiesta consiste nel dare vita a un riesame approfondito di tutti gli elementi di indagine che si sono susseguiti nel corso degli ultimi 17 anni per individuare gli errori commessi oppure le piste che sono state del tutto ignorate.

In quest’ultimo caso, la Commissione d’inchiesta dovrà appurare se le eventuali mancanze commesse derivano da negligenza o dalla volontà di intralciare le indagini.

Caso Denise Pipitone in Parlamento, Piera Maggio: “Non sappiamo se la riabbracceremo, siamo la sua voce”

La prima seduta della Commissione Affari Costituzionali in Parlamento attraverso la quale verrà istituita la Commissione d’Inchiesta sul caso di Denise Pipitone è stata commentata dal Piera Maggio con un messaggio condiviso sulle sue pagine social.

La donna, che da anni lotta per avere giustizia e conoscere la verità sulla sorte toccata alla figlia, si è detta soddisfattaper la creazione della Commissione di inchiesta e, a questo proposito, ha scritto:

Da 17 anni, non abbiamo più notizie della nostra Denise, non sappiamo se un giorno potremo riabbracciarla, se mai avrà verità e giustizia… Sappiamo solo che ai bambini non va fatta violenza in nessun modo.

Speriamo tanto che ci sia un accordo comune tra tutti i partiti politici per poter avviare la funzione breve per una commissione d’inchiesta che faccia luce sull’intero caso.

L’amore e la sensibilità umana non ha colore politico. Ringraziamo tutti, per l’impegno intrapreso e per quello che potranno fare.

Voi e noi, siamo la sua voce.

Denise, figlia D’Italia.

Contents.media
Ultima ora