×

Caso Laura Ziliani, è stata soffocata e seppellita: la relazione finale dell’autopsia

Caso Laura Ziliani: soffocata e seppellita. L'autopsia rivela dettagli violenti sulla morte della vigilessa di Temù, scomparsa lo scorso 8 maggio.

Caso Laura Ziliani: i dettagli dall'autopsia rivelano una morte violenta

Caso Laura Ziliani, soffocata e seppellita dal suo assassino. Svolta sul decesso della vigilessa di Temù, scomparsa l’8 maggio 2021 e ritrovata senza vita, l’8 agosto 2021, tra la vegetazione vicino al fiume Oglio nel paese dell’Alta Vallecamonica.

Caso Laura Ziliani, soffocata e seppellita

L’autopsia avvenuta sul corpo di Laura Ziliani non lascia dubbi: si tratta di omicidio. Questa la conclusione riportata sulla relazione definitiva del medico legale, depositata al pubblico ministero Caty Bressanelli dal direttore della Medicina legale degli Spedali civili di Brescia, il professor Andrea Verzeletti.

Dal 24 settembre 2021 ci sono tre persone in carcere con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere.

Si tratta delle due figlie di Laura Ziliani, Paola e Silvia Zani, e del fidanzato della maggiore, Mirto Milani.

Caso Laura Ziliani: il report dell’autopsia

In base al report post autopsia, la vittima sarebbe stata stordita con degli ansiolitici per poi essere soffocata quando non era più in grado di opporsi. Non ci sono segni di violenza estrema sul corpo di Laura Ziliani, per questo motivo si ritiene il soffocamento come ipotesi più probabile della sua morte.

Laura Ziliani, un caso di omicidio

Dopo l’omicidio, il corpo è stato seppellito vicino al fiume Oglio. Secondo quanto riportato nell’ordinanza nei confronti delle figlie e del compagno di una di queste, i tre avrebbero ucciso Laura Ziliani per impossessarsi della sua eredità. Ora i famigliari della vittima aspettano di poterla vedere per l’ultima volta e celebrare il suo funerale.

Contents.media
Ultima ora