×

Caso Marta Novello, il 15enne che l’ha accoltellata scarcerato per errore

Caso Marta Novello, il 15enne che l’ha accoltellata quasi uccidendola è stato scarcerato per madornale errore e adesso vive a Londra con la madre

Marta Novello

Caso Marta Novello e clamoroso tilt della procedura, il 15enne che l’ha accoltellata è stato scarcerato per errore e la ministra della Giustizia Marta Cartabia manda gli ispettori per effettuare “accertamenti preliminari”. Nel marzo del 2021 il minorenne in questione aveva accoltellato 23 volte la 26enne che faceva jogging in un viottolo di campagna in località Marocco di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso.

Oggi l’omicida è a Londra con la madre e le circostanze della sua scarcerazione sono assurde. Una perizia psichiatrica ne aveva confermato la capacità di intendere e volere, perciò il 15enne era stato condannato in primo grado dal Tribunale dei minori a sei anni e otto mesi di carcere.

Ferì Marta Novello, scarcerato 15enne

Il ragazzino voleva fare una rapina per comprare droga ed aveva incontrato Marta, ferita in maniera brutale e sopravvissuta per miracolo a quella rapina molto simile ad un tentato omicidio.

Ad aprile 2021 la Corte d’appello di Venezia aveva ridotto la pena a 5 anni ed aveva confermato la prescrizione di sicurezza di due anni da scontare dopo il carcere.

La decorrenza e il “cortocircuito”

Il 21 luglio scorso, in attesa della Cassazione, il minore è stato scarcerato a Napoli per scadenza dei termini per la custodia cautelare: come da giudicato d’Appello gli toccava una comunità ma nessuna notifica gli era arrivata ed essendo stato scarcerato e privo di “avvisi” ufficiali di fatto era libero di andare dove voleva, perciò a Londra.

Il provvedimento pare sia del 19 luglio con facoltà di informare il diretto interessato entro il 20 settembre, ma il provvedimento fondava sul fatto che il giovane fosse in carcere, non in libertà per decorrenza. Il legale del 15 enne Matteo Scussat avrebbe lasciato intendere secondo Fanpage “che c’erano tutti gli strumenti per rendere immediatamente efficace il dispositivo appena il 15enne è uscito dal carcere”.

Contents.media
Ultima ora