×

Caso Nada Cella, diffuso l’audio della telefonata della testimone misteriosa

Caso Nada Cella: resa nota la voce di una donna misteriosa che parla dell'omicidio della ragazza.

Caso Nada Cella

Aggiornamenti sul caso di Nada Cella: resa nota una parte di una telefonata a casa di Marco Soracco, il commercialista per cui la vittima lavorava. Marco fu il primo a vedere agonizzante la povera Nada nel suo studio, immersa in una pozza di sangue.

L’omicidio avvenne a Chiavari, in provincia di Genova.

Caso Nada Cella: chi è la donna misteriosa?

La chiamata a cui ci riferiamo è datata 9 agosto 1996. Nada Cella morì qualche mese prima, il 6 maggio precisamente. La procura e la polizia di Genova hanno diffuso una parte dell’intercettazione, con la speranza che si possa identificare la voce, nonostante siano passati 25 anni.

Caso Nada Cella: il contenuto della telefonata

Le autorità hanno reso nota una parte della telefonata, della durata di 23 secondi. Si sente una voce femminile parlare: “L’ho vista che era sporca, ha infilato tutto nel motorino. L’ho salutata, non m’ha guardato. E infatti ci dico la verità, quindici giorni fa l’ho incontrata in  carruggio che andava alla posta, non m’ha nemmeno guardato”.

Caso Nada Cella: al telefono rispose la mamma di Soracco

Quel giorno fu la signora Marisa Bacchioni, madre di Marco Soracco, a rispondere a quella telefonata.

Madre e figlio sono al momento indagati in quanto avrebbero fornito false informazioni ai pm. Gli inquirenti ipotizzano che la donna sul motorino fosse Annalucia Cecere, che deve rispondere dell’accusa di omicidio di Nada Cella.

Contents.media
Ultima ora