Caso Ryanair, il Movimento Consumatori offre assistenza ai torinesi lasciati a terra
Caso Ryanair, il Movimento Consumatori offre assistenza ai torinesi lasciati a terra
Cronaca

Caso Ryanair, il Movimento Consumatori offre assistenza ai torinesi lasciati a terra

movimento consumatori
Caso Ryanair, il Movimento Consumatori offre assistenza ai torinesi lasciati a terra

Il Movimento dei Consumatori di Torino ha deciso di offrire assistenza ai viaggiatori che sono disagio a causa della crisi Ryanair. La compagnia aerea low cost ha soppresso 2.000 voli nel mondo, 702 in Italia.

Movimento Consumatori di Torino e viaggiatori Ryanair

Il Movimento Consumatori dimostra di avere cuore per i disagi dei passeggeri Ryanair. Ormai da diversi giorni si parla della crisi della compagnia aerea low cost, e c’è preoccupazione e rabbia tra i viaggiatori.

Gli effetti delle numerose cancellazioni si stanno riversando anche sui passeggeri che avrebbero dovuto volare con la compagnia irlandese nei giorni 19 e 23 settembre 2017 sulla tratta tra Torino e Barcellona.

Il Regolamento dell’Unione europea disciplina le modalità e i tempi di comunicazione della cancellazione da parte delle compagnie aeree, e i diritti dei passeggeri, ai quali spettano il rimborso del biglietto o la riprotezione su un altro volo e, a certe condizioni, un indennizzo forfettario che varia dai 250 ai 600 euro a seconda della rotta. Il Movimento Consumatori di Torino (torino@movimentoconsumatori.it ) ha deciso di offrire assistenza ai passeggeri verificando se Ryanair abbia o meno rispettato le regole imposte dal regolamento e rappresentando alla compagnia le richieste di risarcimento.

Movimento dei Consumatori

Il Movimento Consumatori è un’associazione autonoma e indipendente, senza fine di lucro, che opera con l’obiettivo di tutelare i diritti dei consumatori e utenti piemontesi, di influenzare e interagire con le istituzioni, di controllare e reprimere i comportamenti scorretti delle imprese, di stimolare i mass media ad un’informazione corretta e critica e di stimolare i consumatori verso scelte di consumo critico e consapevole.

Elemento distintivo dell’azione del Movimento Consumatori e’ l’attenzione non solo nei confronti dei problemi pratici di tutti i giorni, bensi’ anche la costante ricerca dei principi di sobrieta’, equilibrio e giustizia.

L’impegno e’ diretto a stimolare una presa di coscienza non solo dei diritti, ma anche dei doveri dei cittadini.

Questo approccio si basa sul concetto di “auto-responsabilita‘” e necessita di un nuovo modello di consumatore: informato e non passivo, protagonista e attento nelle proprie scelte.

Per questo il Movimento Consumatori e’ attivo anche nell’ambito dell’educazione al consumo sia dei futuri consumatori (i giovani nelle scuole), quanto degli adulti.

Forte e’ l’impegno del Movimento Consumatori nella diffusione del concetto di “finanza etica” e della promozione di tutte le forme di consumo alternativo ed eco-compatibile, in particolare tramite i Gruppi d’Acquisto Collettivo (“GAC”)coordinati dall’associazione.

movimento consumatori

Crisi Ryanair

Ryanair in sei settimane ha cancellato circa 2.000 voli in tutto il mondo, di cui 702 in arrivo e in partenza dagli aeroporti italiani verso mete italiane ed estere da oggi fino a fine ottobre, per la fuga dei piloti e le ferie da smaltire da parte del personale. Colpite tutte le tratte e tutti i principali scali del Paese. E la situazione peggiorerà a partire dal 25 settembre, quando saranno tagliati fra i 14 e i 20 voli al giorno fino alla fine del mese successivo.

Forti i disagi anche per i viaggiatori torinesi. Martedì 19 settembre è stato cancellato il volo 9111 che collega Barcellona con Torino, ma anche il 9112 tra il capoluogo piemontese e la città spagnola, E analoga comunicazione è stata indirizzata ai viaggiatori per entrambe le tratte di sabato 23 settembre.

Movimento Consumatori un’associazione autonoma e indipendente, senza fine di lucro, che opera con l’obiettivo di tutelare i diritti dei consumatori e utenti piemontesi, di influenzare e interagire con le istituzioni, di controllare e reprimere i comportamenti scorretti delle imprese, di stimolare i mass media ad un’informazione corretta e critica e di stimolare i consumatori verso scelte di consumo critico e consapevole.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche