×

Caso Weinstein, parla Giovanna Rei: ‘Sono io l’altra vittima italiana’

Condividi su Facebook

Il caso Weinstein ci ha fatto conoscere l’altra faccia di Hollywood e ci sono sempre nuove vittime. L’ultima confessione è di Giovanna Rei.

Da qualche settimana a questa parte abbiamo conosciuto l’altra faccia di Hollywood, quella che si cela dietro alle luci della ribalta. Stiamo parlando del caso Weinstein. Il noto produtture è stato, infatti, accusato di aver molestato, nel corso della sua carriera hollywoodiana, molte attrici.

Contro di lui hanno puntato il dito diverse dipendenti e attrici, da Ashley Judd ad Asia Argento, scatenando una vera e propria bufera nata dalle rivelazioni fatte dal quotidiano americano “The New York Times” e aventi un effetto domino di denuncie senza fine. Ultima attrice a denunciare le molestie di Weinstein è l’italiana Giovanna Rei.

Caso Weinstein

Tutto ha inizio il 5 ottobre scorso, quando il noto quotidiano americano “The New York Times” ha rivelato quello che già da tempo si stava vociferando.

Il produttore Weinstein, sposato con la stilista Georgina Chapman dalla quale ha avuto due figli, avrebbe molestato decine di donne tra dipendenti, attrici, modelle.

Le prime a parlare e duninciare le molestie sono state Rose McGowan e Ashley Judd. Quest’ultima ha riportato uno dei casi nei quali si è trovata coinvolta a suo discapito: “Mi fece salire nella sua stanza, dove si è presentato in accappatoio e mi chiese di guardarlo mentre si faceva la doccia

Le vittime

Nel mirino di Weinstein ci sono state anche molte attrici italiane. La prima ad ammettere di essere stata vittima del produttore è stata Asia Argento che, invitata da Bruno Vespa nel suo programma televisivo “Porta a Porta“, ha raccontato nei minimi dettagli quello che il produttore ha fatto con lei e con le altre attrici.

Giovanna Rei

Proprio grazie alla denuncia della figlia del noto maestro dell’horror, Dario Argento, la quale ha confessato di essere stata violentata da Weinstein quando aveva 21 anni, un’altra attrice italiana a trovato il coraggio di parlare del caso Weinstein e denunciare di essere stata anche lei vittima delle molestie del produttore.

E’ Giovanna Rei che in una intervista racconta della volta nella quale Weinstein le si è presentato nudo davanti ai suoi occhi con una crema da massaggio chiedendole di accarezzarlo e farlo rilassare.

La Rei racconta che al suo rifiuto, Weinstein è diventato prepotente e l’ha strattonata verso la stanza da letto.

Per fortuna l’attrice italiana ha reagito. Racconta di aver urlato e di essersi dimenata, ha anche minacciato Weinstein che se non l’avesse lasciata andare, lei lo avrebbe denunciato.

E’ stata forse questa ultima frase ha spaventare Weinstein che ha lasciato andare subito la presa e la Rei è potuta scappare fuori dalla sua stanza.

Violenza psicologica

Nel caso dell’attrice Giovanna Rei, la violenza fisica, per fortuna, non si è consumata, ma come racconta lei stessa, la violenza psicologica c’è stata ed è stata fortissima. Queste parole accomunano molte delle vittime del caso Weinstein che confessano che la componente psicologica nelle violenze del produttore era al pari di quella fisica e, in alcuni casi, anche maggiore.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.