×

Caterina II di Russia, i misteri erotici della zarina

Tra potere, lotte e intrighi di palazzo, a Pietroburgo, in segreto, regnava anche il sesso di Caterina II di Russia.

caterina ii di russia

Caterina II di Russia, conosciuta anche con il nome di Caterina La Grande, fu imperatrice di Russia dal 1762 fino alla sua morte avvenuta nel 1796. Fu uno degli esempi più eclatanti di dispotismo illuminato, ovvero una forma di governo assolutista basata sui principi fondamentali dell’Illuminismo. È stata una sovrana piuttosto influente che ha reso il suo regno una potenza rilevante negli affari europei dell’epoca. Oltre alla sua abile capacità di governare, Caterina II di Russia ha la fama di essere stata, nell’intimo, una donna sopra le righe.

I segreti di Caterina II di Russia

Su Caterina II girano voci che la dipingono come una vera e propria femme fatale. Si racconta infatti che avesse allestito un vero e proprio bordello all’interno di alcune stanze della sua dimora a Pietroburgo.

Lì Caterina e i suoi numerosi amanti si dilettavano a fare sesso alle spalle del marito Pietro III. Il suo carattere dominante, oltre a venir fuori negli affari, emerse anche nell’aspetto intimo e sessuale. Il sesso praticato da Caterina II di Russia però non era di quelli tradizionali. La regnante infatti si dilettava in giochi erotici piuttosto trasgressivi, anche per i nostri tempi.

caterina ii di russia

Caterina avrebbe anche decorato le sue stanze dedicate al sesso con oggetti esplicitamente erotici. Tra questi ci sarebbero stati mobili, dipinti, lampade, oggetti vari e intagli dalla forma fallica nelle pareti di legno. Tutti questi oggetti avevano espliciti segni erotici come falli, seni e scene raffiguranti atti sessuali. Ma quanto di vero c’è in questa storia?

Le testimonianze

Se in qualche modo la fama di Caterina II di Russia ha preso questa piega, in fondo, non può che esserci una percentuale di verità. A svelare l’aspetto nascosto della zarina è un documentario di Stéphane BernCaterina: notte bianca a San Pietroburgo” all’interno del quale si racconta che la regnante avesse avuto ben 20 amanti in 51 anni. Ma esiste anche un altro documentario firmato da Peter WoditschThe Lost segreto di Caterina la Grande”, nel quale si espongono alcune rivelazioni del padre dello stesso regista.

L’uomo avrebbe infatti visto alcune immagini sia delle stanze che degli oggetti erotici in esse contenuti mentre era prigioniero in Unione Sovietica. A questa testimonianza si aggiunge anche quella di un’anziana signora e di due soldati.

caterina ii di russia

La signora, che da ragazza era fidanzata con una delle guardie del palazzo, sarebbe venuta a sapere dell’esistenza di queste stanze del divertimento. Tutti quindi hanno confermato l’esistenza di oggetti decorati con simboli erotici. Ad asserire ulteriormente il tutto vi è anche un album fotografico datato 1939 dentro il quale appaiono le fotografie di questi mobili stravaganti.

Il bordello segreto di Caterina II di Russia

Oggi, nella ex dimora di Pietroburgo, le stanze in questione non esistono più. Forse sono state censurate o forse sono state saccheggiate. Tra le spiegazioni più accreditate vi è un possibile saccheggio da parte dei nazisti. L’altra ipotesi è che i russi, mentre i nazisti avanzavano, abbiano spostato la stanza e di conseguenza l’abbiano poi censurata. Una cosa è certa, esistono fotografie che accertano l’esistenza di questi oggetti di arredamento, scattate proprio dai nazisti.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche