Cerignola, sequestrata e violentata dal branco: arrestati due 14enni | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Cerignola, sequestrata e violentata dal branco: arrestati due 14enni
Cronaca

Cerignola, sequestrata e violentata dal branco: arrestati due 14enni

20120314-100118.jpg

Cerignola (Fg) – Una ragazzina di 14 anni, è stata sequestrata e violentata da un gruppo di minori. Due di essi, quattordicenni, sono stati arrestati e introdotti in una comunità per minori a Brindisi. Per loro l’accusa è di violenza sessuale e sequestro di persona. Gli altri che avrebbero preso parte allo stupro, di età inferiore ai 14 anni e quindi, non imputabili, sono stati affidati ai genitori. La vittima ha conosciuto il capobranco branco attraverso il social network Facebook. In un primo appuntamento il ragazzo si è spinto troppo oltre, cosa che aveva allarmato la ragazzo. Il quattordicenni ha quindi chiesto un secondo appuntamento per scusarsi e “chiarirsi”. In realtà si trattava di una trappola. All’appuntamento il capobranco non è solo. Ci sono gli amici, uno fa da palo, l’altro ha il compito di riprendere con un cellulare mentre i due si baciano. Alla ragazza viene detto che se non si concede sessualmente, quel filmato finirà su Youtube.

La giovane prova a resistere ma viene trascinata in un luogo ancora più appartato. In due abusano di lei. La vittima si confida con un’amica maggiorenne che l’aiuta a raccontare tutto ai genitori. La giovane, accompagnata dalla mamma e dal papà, si è recata presso il commissariato di Cerignola per denunciare l’accaduto. La violenza si è consumata a inizio gennaio. Gli operatori del Commissariato di Cerignola insieme agli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Foggia ascoltano i testimoni: tutti minorenni la cui età si aggira tra i tredici e quattordici anni, accompagnati dai propri genitori increduli. I due ragazzi su disposizione del Tribunale dei Minorenni di Bari sono stati collocati in due comunità differenti nel brindisino.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche