×

Cetto La Qualunque batte Zalone. L’Italia stravince al box office

default featured image 3 1200x900 768x576
1275994584830 qualunquemente loc

Periodo brillante per il cinema italiano. Dopo i record di Checco Zalone, una nuova ondata di pellicole made in Italy si appresta a conquistare i box office dando del filo da torcere alla concorrenza Hollywoodiana. La punta di diamante dello schieramento è rappresentata da “Qualunquemente” film di e con Antonio Albanese impegnato nelle vesti del politico Cetto La Qualunque. E al grido di “Chiu pilo ppi tutti” il film di Albanese ha scalato la classifica piazzandosi al primo posto e scalzando perfino Checco Zalone che, da parte sua, continua a infrangere record su record con i suoi quasi 40milioni di incasso.

Il film sul politico devoto al “pilu” non poteva capitare in un clima migliore. Il tam tam mediatico su Ruby e Berlusconi rappresenta il miglior traino pubblicitario per la pellicola e l’attuale situazione politica in Italia spinge il pubblico a cercare una risata. Lo sbeffeggiamento di Albanese ai politici arriva come una “gradevole vendetta” che gli spettatori, come evidenziato dagli incassi (oltre 5 milioni in un weekend), dimostrano di gradire.

Certo, se all’inizio del film si ride alla fine ci si ritrova a riflettere con un retrogusto amaro, ma questi sono “gli effetti collaterali” di “Qualunquemente”.

In classifica ottimo esordio anche per “Immaturi” la commedia con Ambra Angiolini, Ricky Memphis e Luca e Paolo che si conquista un dignitoso secondo posto con un incasso di 3.278.926 euro. Vicino al milione anche “Vallanzasca – gli angeli del male”, chiacchieratissimo film di Michele Placido con la colonna sonora dei Negramaro, new entry al quarto posto.
immaturi 19419336


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora