×

Champagne Veuve Clicquot 1780, un tesoro sottomarino

Dal mare arrivano delle bottiglie del celebre champagne Veuve Clicquot datate 1780. In una spedizione subacquea sei sub capitanati da Christian Ekstroem, lo scorso 6 luglio, hanno ritrovato in un relitto a 55 metri di profondità oltre 30 bottiglie di champagne in perfette condizioni. Un vero e proprio tesoro, ritrovato in mare a largo della Finlandia. Dalle ricerche condotte, le bottiglie, al 98 per cento delle possibilità dovrebbero essere dello champagne per eccellenza, il Veuve Clicquot e dovrebbero risalire al 1780.

Come ha spiegato l’enologa Ella Gruessner Cromwell-Morgan, la Veuve Clicquot ha iniziato a produrre nel 1772 e le prime cuvee sono del 1782, considerando che nel 1788-89, gli anni della Rivoluzione francese, la produzione si è arrestata totalmente, le preziose bottiglie ritrovate non possono che essere state prodotte tra il 1782 ed il 1788.

Ulteriore conferma che si possa trattare di Veuve Clicquot, è un’ancora impressa sui tappi delle bottiglie, simbolo utilizzato esclusivamente da questa casa produttrice.
Questi dati farebbero delle bottiglie ritrovate lo champagne bevibile più antico del mondo, primato che al momento spetta ad un Perrier-Jouet del 1825.
Ma non è tutto! Il caso si fa ancora più interessante, lo champagne potrebbe essere un omaggio che il re Luigi XVI spedì allo zar Pietro il Grande e che non giunse mai a destinazione.

Lo champagne, a giudizio dell’enologa Ella Gruessner Cromwell-Morgan che ha avuto il privileggio di assaggiarlo, è “assolutamente favoloso”. E favoloso sarà anche il prezzo delle singole bottiglie, stimato a 53.000 euro. Ma se si dovesse trattare dello champagne destinato allo zar, il valore delle bottiglie potrebbe salire ulteriormente.

[fotografia di: Éole]

2
Scrivi un commento

1000
2 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
2 Commentatori
più recenti più vecchi
Filippo

Si ma ragazzi “PRIVILEGGIO”??? cazzo dai

Crissy

Of the ppanoly of website I’ve pored over this has the most veracity.

Leggi anche