×

Champions League, Inter – Shakhtar Donetsk 2 – 0: trionfo dei nerazzurri a San Siro

Allo stadio di San Siro, l'Inter ha sconfitto lo Shakhtar Donetsk per 2 - 0 nel match valido per i gironi di Champions League.

Champions League Inter Shakhtar

Trionfo dell’Inter allo stadio di San Siro che ha sconfitto lo Shakhtar con il punteggio di 2 -0. A decidere la partita la doppietta di Dzeko. Si segnala inoltre l’annullamento di un gol di Perisic per fuorigioco.

Champions League Inter Shakhtar, il primo tempo

Squadra vincente non cambia e così il mister Inzaghi ha schierato il team che è riuscito a trionfare nel recente match contro il Napoli. Unico cambio: Dzeko, il cui contributo in questa partita cruciale è riuscito ad essere determinante. Nonostante un inizio dei nerazzurri un po’ impreciso, il primo frangente della partita è stato equilibrato da ambo le parti con le occasioni e le sorprese che non sono di certo mancate. Abbiamo visto infatti un’Inter affamata di gol che, nonostante il possesso palla dominante per la squadra ospite, è riuscita a fornire una prova convincente.

Champions League Inter Shakhtar, il secondo tempo

Se le due squadre sono tornate agli spogliatoi sullo 0 – 0, è con il secondo tempo che allo stadio San Siro succede di tutto. Al 61esimo accade l’impensabile. Dzeko grazie ad una piccola perla tirata sull’angolino, è riuscito a portare i nerazzurri in vantaggio. Ci vogliono appena sei minuti per suggellare il risultato di 2 – 0 grazie a Dzeko che, ancora una volta riesce ad incantare lo stadio.

Tre punti arrivati quindi in modo provvidenziale raggiunti nel migliore dei modi e contro uno Shakhtar che nulla ha potuto in questa occasione contro il team di Inzaghi.

Champions League Inter Shakhtar, Bergomi: “Quando chiami Ranocchia c’è sempre”

In questa partita condotta trionfalmente dai nerazzurri azzurri non poteva mancare il commento di Beppe Bergomi che ha lodato Ranocchia affermando, nel corso del commento a Skysport, che quando viene chiamato risponde sempre all’appello: “In Inter-Shakhtar aveva il compito di marcare Fernando, il compito più difficile questa sera.

Lo ha seguito, lo hanno lasciato uno contro uno. Non si è mai disunito, in difficoltà soltanto una volta sulla velocità. Un ragazzo esemplare che quando lo chiami risponde presente. C’è sempre”, ha dichiarato.

Contents.media
Ultima ora