Champions: Napoli rimonta e schianta il Chelsea (3-1) - Notizie.it
Champions: Napoli rimonta e schianta il Chelsea (3-1)
Calcio

Champions: Napoli rimonta e schianta il Chelsea (3-1)

L’impresa è compiuta solo a metà, perché per colpa di uno sfortunatissimo infortunio difensivo e di troppa imprecisione nell’area altrui, la qualificazione non è ancora stata raggiunta: ma il Napoli si regala un’altra notte da favola in Europa travolgendo dopo il City anche il Chelsea. Una vittoria indiscutibile, figlia dell’evidente superiorità tattica degli azzurri di fronte all’armata brancaleone di Villas Boas: al San Paolo infatti si sono visti i resti del Chelsea che fu, una squadra impoverita a livello tecnico e completamente sprovveduta su quello tattico, incapace di reggere di fronte alle prime accelerazioni del Napoli, meritevole anche per aver saputo ribaltare una partita messasi male dopo mezz’ora. Partita perfetta quella degli azzurri, sempre concentrati e capaci di soffrire. Anzi gli uomini dello squalificato Mazzarri (ma c’era o non c’era nello spogliatoio?) possono recriminare per aver fallito nel secondo tempo almeno due opportunità per chiudere il discorso già in casa ma vista la differenza di corsa ed organizzazione sembra difficile immaginare ribaltoni a Stamford Bridge.

Contrariamente alle aspettative in campo era entrato un Chelsea guardingo: squadra compassata e dedita al possesso palla anche se quella difesa alta è un invito per la velocità degli attacchi napoletani negli spazi.

Una strategia che comunque inibisce il gioco azzurro, così ne esce una partita bloccata per la prima mezz’ora, in cui i giocatori del Napoli eccedono nei lanci lunghi: innocui quelli dalla difesa, insidiosi quelli di Inler che mette Cavani davanti al portiere ma Cech si salva con il piede. Serve quindi pazienza al Napoli, tradito però dalla linea mediana: Gargano fa ciò che può, Maggio corre come al solito e chiama Cech ad un’altra respinta ma a mancare sono Zuniga e soprattutto Inler, che non si propone mai per iniziare l’azione. Così, sotto ritmo, il Chelsea colpisce: al 27’ azione in linea Drogba-Sturrigde-Mata, che sfrutta un clamoroso liscio al limite dell’area di Cannavaro e supera De Sanctis. Seguono minuti di sbandamento ma il Napoli viene salvato dai suoi talenti: al 38’ Lavezzi s’inventa un gran destro a giro dal limite dell’area che risposta l’inerzia della gara a favore degli azzurri, che colpiscono ancora in pieno recupero con Cavani, pronto a buttarsi col petto per anticipare Ivanovic sul perfetto assist di Inler.

E’ il gol che spacca la partita perché costringe il Chelsea ad aprirsi.

Il Napoli può agire di rimessa e va a nozze tra le maglie di una difesa completamente abbandonata dal resto di una squadra che si allunga pericolosamente: così al 10’ della ripresa Lavezzi fallisce il primo match-point quando calcia sul fondo solo davanti a Cech dopo un rimpallo a metà campo. Seguono minuti di fuoco in cui gli azzurri si schiacciano troppo concedendo un paio di occasioni ai blues: De Sanctis blocca un tiro di Mata ma poi è Aronica a salvare provvidenzialmente su Drogba e sul calcio d’angolo susseguente Cahill non trova la porta di testa. E’ l’ultimo spavento perché a metà tempo il Pocho, in un’azione fotocopia di quella precedente, insacca dopo una straordinaria azione sulla destra di Cavani: Villas Boas manda in campo Essien e Lampard ma è troppo tardi, il Chelsea non c’è più e rischia il tracollo nel finale ma Cole salva sulla linea un tiro a botta sicura di Maggio servito da Hamsik.

Ecco perché i rimpianti sono tutti del Napoli: che però studia già una nuova impresa a Stamford Bridge.

Napoli-Chelsea 3-1

Marcatori: 27’ Mata; 38’, 64’ Lavezzi; 47’ p.t. Cavani

Napoli: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Inler, Zuniga; Hamsik (82’ Pandev), Lavezzi (74’ Dzemaili); Cavani. (Rosati, Grava, Britos, Dossena, Fernandez). All.: N. Frustalupi (W. Mazzarri squalificato).

Chelsea: Cech: Ivanovic, Cahill, Luiz, Bosingwa (12’ A. Cole); Ramires, Meireles (70’ Lampard), Malouda (70’ Essien); Sturridge, Drogba, Mata. (Turnbull, Mikel, Kalou, Torres). All.: A. Villas Boas.

Arbitro: Carballo (Spagna)

Ammoniti: Meireles, Cavani e Cahill.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche