Chateau de Noisy: storia e leggende del castello dell'800
Chateau de Noisy: storia e leggende del castello dell’800
Viaggi

Chateau de Noisy: storia e leggende del castello dell’800

chateau de noisy

Il castello di Noisy ha una storia particolare ed è adatta a tutti gli appassionati di luoghi abbandonati.

Chateau de Noisy, in italiano castello di Noisy, è un castello molto antico situato in Belgio. Questo edificio, noto anche con il nome di castello di Miranda, si trova esattamente a Celles nel comune di Houyet in provincia di Namur. La sua storia è molto ricca e a tratti misteriosa. Tutto ebbe inizio all’epoca della Rivoluzione francese.

Chateau de Noisy, la storia

Ci troviamo dunque tra il 1789 e il 1799 e i primi proprietari del futuro castello di Noisy furono la famiglia Liedekerke-Beaufort. Questa famiglia di conti fu letteralmente cacciata dalla sua proprietà e così furono costretti a rifugiarsi presso una fattoria. Proprio nella zona di Celles. Dato che la famiglia aveva nobili origini, nobili furono anche le loro intenzioni di trasformare quella fattoria. Di lì a poco, durante l’Ottocento, cominciarono a modificare la struttura con lo scopo di abbellirla e renderla unica. Il risultato fu il magnifico maniero neogotico. Niente accadde per caso, infatti il progetto architettonico apparteneva all’architetto di origine inglese Edward Milner.

Negli anni successivi, più precisamente intorno ai primi del Novecento, la struttura fu nuovamente modificata.

Questa volta per opera dell’architetto francese Pelchner. Le modifiche hanno dato al maniero un aspetto inconfondibile di castello grazie alla caratteristica aggiunta di una torre centrale. Da quel momento divenne ufficialmente la residenza estiva della famiglia Liedekerke-Beaufort. Di lì a poco, però, il castello dovette sopportare altri cambiamenti, questa volta più drastici e radicali. Durante la Seconda Guerra Mondiale infatti tutta la proprietà fu sequestrata. Da quel momento passò sotto il comando delle truppe tedesche che, durante la guerra, operavano a Namur.

chateau de noisy

Storia moderna

Nel 1950, una volta che la guerrà finì, la stessa famiglia di proprietari decise di concedere l’intero edificio in comodato d’uso ad una società ferroviaria, la belga SNCB/NMBS. Questa società la utilizzò per moltissimo tempo come meta per le vacanze dei figli dei ferrovieri. Una concessione davvero magnanima e utile. Nel 1990, dopo che fu utilizzato al massimo, il castello fu però abbandonato. I motivi furono vari, i più gravi furono un incendio e un’infestazione di muffe persistenti.

Da quell’anno quindi il castello divenne ufficialmente disabitato e utilizzato solamente come meta turistica o come set cinematografico.

Nonostante l’abbandono e la conseguente trascuratezza il castello ha mantenuto intatte le sue strutture fondamentali. Lo stile, come abbiamo già accennato in precedenza, è neogotico e all’interno invece è costituito da numerose volte a crociera e ampie vetrate che davano, agli inquilini, la possibilità di godere del panorama circostante. L’edificio è infatti ancora circondato da un vastissimo giardino.

chateau de noisy

Storia del 2000

Il proprietario del maniero nel corso dell’anno 2013 prese una drastica decisione. La sua volontà era quella di demolire l’intera struttura ma per fortuna non accadde. Il motivo da lui dichiarato era la paura che i visitatori che vi entravano potessero subire dei danni. In effetti il castello non è in condizioni ottime ma nonostante ciò il governo belga fece una proposta. Nel febbraio del 2014 volle iscrivere lo Chateau de Noisy all’interno della lista dei monumenti da salvaguardare e sostenere. Data la ricchezza storica dell’edificio e la sua prestanza e bellezza ne valeva la pena.

Durante lo stesso anno però, l’allora ministro Maxime Prévot, decise di non inserire il monumento all’interno della lista di interesse. Dato lo stallo che sta subendo questa magnifica struttura non si può far altro che attendere che un privato, intenzionato ad investire, non intervenga.

chateau de noisy

A complicare ulteriormente la situazione fu un incendio che scoppiò durante il 3 agosto del 2017. L’incendio, essendo molto grande, devastò letteralmente il corpo principale della struttura, carbonizzandolo. Negli anni ci furono molte iniziative che, per ora, non sono andate a buon fine. Chi voleva trasformarlo in un albergo, chi ristrutturarlo soltanto. Si pensa che il costo complessivo per la riparazione e manutenzione della struttura arrivi al venti milioni di euro. Una cifra folle, ma se si pensa alla grandezza, al valore storico e all’antichità di questa dimora, sono necessari. Anche se il governo belga ha deciso di non classificare in nessun modo lo Chateau de Noisy, al contrario, secondo gli svizzeri è uno dei più bei luoghi dimenticati al mondo.

Fine della storia

Purtroppo nell’ottobre del 2017 il castello risulta essere completamente demolito.

Nessuno ha quindi potuto salvare la bellezza di un tale edificio e ora non restano che le testimonianze, le foto e i racconti che parlano della sua fondazione. L’incendo dell’agosto dello stesso anno fu così grave e vasto che non fu possibile recuperarlo. Tutti i notiziari belga ne parlarono e a malincuore dovettero dare la notizia, appunto, della sua demolizione. Il destino di questa struttura era evidentemente segnato. Negli anni, dopo molto lavoro, nacque dalle macerie di una fattoria e con altre macerie la sua storia terminò.

chateau de noisy

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche