×

Che cos’è la dissenteria?

default featured image 3 1200x900 768x576

La dissenteria è una malattia batterica in cui i ceppi del batterio Shigella causano un’infezione a livello intestinale. Si sviluppa attraverso cibo e acqua contaminati, e può anche essere diffondersi da persona a persona con il contatto, nonché sotto forma di feci umane.

Dysentery
Sintomi
I sintomi della dissenteria in genere compaiono entro pochi giorni dall’ infezione, e comprendono disturbi digestivi, come dolori addominali, vomito, nausea e diarrea grave che può essere accompagnata da sangue.

Se i sintomi diventano gravi e non trattati, i livelli critici di disidratazione possono causare la morte.

Rischi
C’è il rischio di dissenteria in ogni parte del mondo. Aree che sono più a rischio sono quelle dove le condizioni igienico-sanitarie sono pessime come nei paesi più poveri, e aree affollate in cui le condizioni igienico-sanitarie sono più difficili, come scuole.

Trattamento
Per combattere l’ infezione, il riposo è in genere sufficiente fino a quando i sintomi scompaiono completamente.

In casi estremi, l’ospedalizzazione e/o antibiotici possono essere utilizzati.Poichè la dissenteria è estremamente contagiosa, gli individui infetti non dovrebbero rientrare nella comunità per almeno due giorni dopo che i sintomi sono completamente cancellati.

Prevenzione
Poichè la malattia prospera nelle aree di scarsa igiene, le migliori misure di prevenzione sono la pulizia: lavare le mani prima di preparare il cibo e dopo aver usato la toilette. Se sai di essere in una zona dove i casi sono stati riportati, evita i prodotti igienici in condivisione, quali asciugamani e spazzolini da denti.

Nota storica
La Dissenteria era un problema comune durante la prima guerra mondiale, quando i soldati vivevano in pessime condizioni igieniche e le latrine non erano adeguatamente isolate da fonti di acqua e cibo. A causa degli alti livelli di contaminazione e l’incapacità di curare la grave disidratazione, molti casi di morte sono stati riportati.

Contents.media
Ultima ora