Che cos’è la tanoressia? - Notizie.it
Che cos’è la tanoressia?
Guide

Che cos’è la tanoressia?

Ammalarsi di abbronzatura. Si chiama “tanoressia” la sindrome che interessa il 20% degli italiani e che spinge chi ne è colpito a ricercare la tintarella durante tutto l’anno, sottoponendosi a trattamenti che mettono in serio pericolo la cute. I rischi, oltre ad un precoce invecchiamento, sono soprattutto le malattie tumorali della pelle. Le più colpite da tale “sindrome compulsiva da sole”, secondo una recente indagine, sono le donne tra i 25 e i 54 anni, magre, fumatrici e con una pelle già piuttosto scura.

In generale, si può definire anoressica una persona che contravviene a tutte le regole di una corretta esposizione ai raggi solari (non utilizza alcuna protezione, si espone al sole nelle ore in cui i raggi sono più dannosi, sta al sole per più di sei ore al giorno e vuole vedersi abbronzata per tutto l’anno) e si sottopone ad una gran numero di lampade solari. Esattamente come l’anoressico non si vede mai abbastanza magro, così il malato di abbronzatura non si percepisce mai sufficientemente “colorito”.

Alla base di tali manifestazioni compulsive c’è un profondo senso di insicurezza, e l’abbronzatura diventa un modo per sentirsi più belli e meno ansiosi.

La sindrome compulsiva da sole è una malattia causata da una carenza dei mediatori chimici che portano una persona ad esporsi continuamente alla luce, solare o artificiale, poiché lo stare al sole fa sì che il cervello produca più endorfine e neurotrasmettitori. In particolare, i anoressici risultano carenti di serotonina, dopamina e noradrenalina (responsabili del buonumore).

Di solito i tanoressici non sanno di esserlo e di conseguenza non ritengono di doversi far curare, a meno che non si manifestino disturbi correlati all’eccessiva esposizione. Il sole può giovare moltissimo alla pelle, alle ossa, alla psiche. Quando il sole è troppo, però, si va incontro d un invecchiamento precoce della pelle con la comparsa delle rughe attorno agli occhi, sulla fronte, sul collo, sulle guance e sul decollete. Non di rado si assiste alla comparsa di macchie solari molto difficili da eliminare. La sovraesposizione può provocare, inoltre, l’herpes labiale, foto dermatiti, e nei casi più seri tumori della pelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*