Che cos’è l’irsutismo? - Notizie.it
Che cos’è l’irsutismo?
Guide

Che cos’è l’irsutismo?

Molte donne si lamentano per la presenza di peli superflui diffusi su tutto il corpo oppure su aree tipicamente maschili. Per valutare il grado di irsutismo ci si può avvalere di diversi tipi di metodiche, ma quella più utilizzata è la tabella di Ferriman e Gallwey. Si basa sulla valutazione della qualità e densità pilifera in diverse sedi del corpo, assegnando a ciascuna un punteggio che va da 1 (problema poco evidente) a 4 (problema marcato). Se la somma è minore o uguale a 7, la presenza di peli viene definita normale, da 8 a 12 l’irsutismo viene considerato lieve. Con un punteggio che va da 13 a 18, si parla di irsutismo moderato, mentre se si superano i 18 punti la situazione è considerata grave. Quali sono le cause dell’irsutismo?

Questo disturbo, in vari gradi, è spesso presente nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico, dovuto a un eccesso di ormoni maschili (testosterone) prodotti soprattutto dalle ovaie.

Tale problema riguarda per lo più le giovani e può manifestarsi già in età adolescenziale. Altri sintomi sono un ciclo irregolare e il sovrappeso. Un’altra causa piuttosto comune di irsutismo è l’assunzione di alcuni farmaci, soprattutto se presi per un periodo prolungato, come quelli contenenti i corticosteroidi di sintesi, la ciclosporina, la difenilidantoina, gli androgeni, gli steroidi, la diazoxide, la penicillamina. In questi casi, dovrebbe essere il medico a spiegare la possibile comparsa di questo problema e adattare la terapia o, se necessario, modificarla.

A volte non c’è una causa vera e propria in grado di spiegare l’eccesso di peluria sul mento o sul viso in generale. In questi casi, si parla di irsutismo idiopatico, che può essere determinato da un’eccessiva sensibilità del follicolo pilifero agli ormoni androgeni. Molto spesso questo tipo di irsutismo compare in giovane età (è tipico dell’adolescenza) e può accompagnarsi ad acne o alopecia. La presenza anomala di peli su zone tipicamente maschili come il mento, le basette e il labbro superiore, è sempre espressione di un disordine dell’organismo.

Un problema che può creare anche qualche disagio di tipo psicologico, per questo è consigliata una visita da uno specialista. Il più indicato non è il ginecologo, ma l’endocrinologo.

L’irsutismo potrebbe dipendere dai surreni, ghiandole poste sopra i reni che producono steroidi, quali cortisolo, aldosterone e androgeni. Un loro malfunzionamento, dovuto per esempio ad un ingrossamento del volume o modifiche della struttura, può essere denunciato dalla comparsa di peli sul viso. L’eccesso funzionale dei surreni può dipendere dal troppo lavoro di altre ghiandole, come l’ipofisi (che appunto controlla i surreni).

Stanchezza, mancanza di concentrazione di voglia di fare, gonfiore, aumento di peso, ciclo mestruale irregolare e crescita di peli sul viso sono tutti sintomi tipici di ipotiroidismo. Questo disturbo è dovuto a una ridotta produzione di ormoni da parte della tiroide, un problema dovuto a cause, talvolta, di tipo autoimmune. E’ bene rivolgersi al proprio medico di base che, con l’aiuto di uno specialista, potrà consigliare la cura più adeguata al caso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*