×

Che cos’è un corno svizzero?

Condividi su Facebook

Il corno svizzero, comunemente conosciuto come “corno delle Alpi”, è uno strumento in legno utilizzato in tutta la regione alpina d’Europa negli ultimi 2000 anni.

Uso

Il corno delle Alpi in origine aveva diversi utilizzi: veniva usato come segnale per le pecore in modo che si stabilissero per la notte, e per calmare le mucche nel momento della mungitura. Veniva anche usato dai pastori come intrattenimento notturno, quando si scambiavano le canzoni per tutta la valle. Inoltre, veniva utilizzato come segnale per prepararsi alla guerra.

Origini

Anche se si ritiene che risalga a 2000 anni fa, il corno delle Alpi appare in un documento scritto nel 1555 per mano del naturalista Gessner Conrad che lo descrive come un corno lungo 11 piedi scavato in un pezzo di legno.

Egli stabilì il suo uso principale per mandria di bestiame.

Suono

Essendo uno strumento a fiato, emette il suono quando ci si soffia dentro permettendo alle vibrazioni che si creano di formare il suono. I suoni possono essere modificati solo dalle vibrazioni delle labbra sul bocchino perchè non è dotato di pistoni come la tromba. Più corto sarà il corno, più difficile sarà suonarlo.

Fare un corno delle Alpi

Normalmente è fatto di legno tenero, abete rosso o pino.

Originariamente era costituito da un albero che era stato piegato alla base dal peso della neve formando un corno appunto. Oggi è costituito da più parti assemblate tra loro. L’abete rosso, prima di essere usato per realizzare un corno alpino, deve essere fatto asciugare da 5 ad 8 anni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.