×

Chi era Ryan White?

default featured image 3 1200x900 768x576

300 1621099

Quando ho sentito il nome di Ryan White per la prima volta, non avevo davvero idea di chi fosse.

Mio marito mi ha spiegato brevemente e sono stata catturata dalla sua storia. Ho visto foto che mostrano un adolescente dolce, ma le cose che ho letto mi hanno commosso fino alle lacrime. Non riuscivo a credere a quello che è accaduto al giovane Ryan White, e voglio solo condividere brevemente la sua vita poiché so che molte persone che non ne hanno mai sentito parlare.

Ryan è nato a Kokomo, Indiana, il 6 dicembre 1971.

Tre giorni dopo la nascita gli è stata diagnosticata l’emofilia A, una malattia che non permette al sangue di coagularsi, e questo significa che una lesione molto piccola potrebbe trasformarsi in un’emorragia senza fine. L’unica cosa che poteva aiutarlo erano trasfusioni settimanali di un prodotto del sangue chiamato Fattore VIII.

La sua infanzia è stata abbastanza normale fino a quando, a 13 anni, nel 1984 è si ammalò di polmonite. Stava male al punto di dover subire l’asportazione di una parte dei polmoni.

Durante questa operazione gli fu diagnosticato l’AIDS. Con le costanti trasfusioni di sangue a cui era sottoposto, era stato infettato dal virus, ancora oggi non si sa quale di quelle trasfusioni lo abbia contagiato. Il mondo medico aveva ancora molto da imparare in materia di AIDS. Molte persone non erano ancora a conoscenza delle cause e le implicazioni del vivere con il virus. Le indagini hanno dimostrato che ci sono stati molti altri pazienti emofiliaci rimasti infettati da AIDS durante le trasfusioni di sangue.

Un anno dopo Ryan si sentiva un meglio ed era molto ansioso di tornare a scuola ma i funzionari della scuola erano decisi a non ammetterlo. Credo di poter capire che negli anni ‘80 la gente non capiva cosa fosse l’AIDS, ma il modo in cui Ryan è stato trattato è stato semplicemente inaccettabile. Sua madre fece una richiesta formale per far riammettere Ryan, ma fu respinta questo ha portato a una battaglia legale di 8 mesi.

La maggior parte dei genitori e degli insegnanti firmarono una petizione contro la presenza di Ryan a scuola . La sua famiglia intentò una causa e il Ministero della Pubblica Istruzione Indiana poi stabilì che gli doveva essere consentito di tornare a scuola. Fu uno dei primi casi di AIDS pediatrico di essere conosciuto in quanto vi erano solo circa 148 casi nel Paese. Il giorno che tornò a scuola, più della metà degli studenti rimasero a casa.

Molti genitori ritirarono i loro figli per mandarli in un’altra scuola ed iniziarono ad emergere minacce di violenza. La mamma di Ryan ha raccontato che molta gente passava vicino casa loro urlando “Sappiamo che sei un gay”. Le poche informazioni che avevano era che l’AIDS era comune tra gli omosessuali e decisero di etichettare il giovane Ryan in quel modo. Il quotidiano locale è stato un sostenitore di Ryan,e per questo riceveva minacce e insulti.

Naturalmente la battaglia legale e il fatto che Ryan aveva l’AIDS ricevettero una gran copertura mediatica. Diversi giornalisti lo intervistarono. Diventò il manifesto della lotta all’epidemia. Partecipò a molti eventi di raccolta fondi ed ebbe modo di incontrare molte celebrità come Elton John e Michael Jackson. Ad un evento,l’ attrice l’ Alyssa Milano gli diede un bacio davanti alle telecamere. Il comportamento delle persone che aveva conosciuto in tutta la sua vita, come la gente della sua città natale era incredibilmente in contrasto con la calda accoglienza ricevuta dalle celebrità. Questo è il motivo per cui non ha esitato a rendere la seguente dichiarazione prima della Commissione Regan per l’AIDS:

“Attori, atleti, e le stelle dello spettacolo mi danno sostegno. Ho incontrato alcuni dei più grandi come Elton John, Greg Louganis, Max Headroom, Alyssa Milano (il mio idolo teen), Lyndon King (Los Angeles Raiders), e Charlie Sheen. Tutti questi e molti altri sono diventati miei amici, ma ho avuto pochissimi amici a scuola. Come mai queste persone sotto gli occhi del pubblico non hanno paura di me, mentre la mia città si? ”

Al termine del suo discorso Ryan espresse il suo desiderio di diplomarsi alla Hamilton High nel 1991 ma morì l’anno prima, il 29 marzo 1990. Si ammalò di un’infezione alle vie respiratorie, era sotto sedazione e collegato ad un respiratore. Elton John gli era stato molto vicino e lo aveva visitato in ospedale e poi ha partecipato al suo funerale.

Ryan è stato sicuramente una vittima innocente di questa malattia mortale ma non ha mai rinunciato. È morto dopo una vita breve e difficile, ma attraverso le sue parole e le azioni è stato in grado di cambiare la percezione che la gente aveva dell’AIDS.

Contents.media
Ultima ora