Chi ha inventato l'elicottero
Chi ha inventato l’elicottero
Scienza & Tecnologia

Chi ha inventato l’elicottero

invenzione dell'elicottero

Chi sono i protagonisti che, nel corso dei secoli, hanno contribuito allo sviluppo dell'elicottero? Scopriamo insieme i nomi principali.

Come per l’aeroplano, anche l’invenzione dell’elicottero è strettamente legata alla volontà umana di volare. Per secoli l’uomo ha cercato di capire se ci fosse la possibilità di alzarsi da terra e sperimentare l’esperienza unica del volo. Già verso la fine del Quattrocento, i disegni di Leonardo da Vinci mostrano come l’interesse per il volo fosse di primaria importanza. Uno degli schizzi del genio fiorentino, infatti, mostra proprio un prototipo di elicottero in cui una sorta di vite con una ala elicoidale, girando su se stessa, avrebbe dovuto prendere il volo. I disegni del Da Vinci erano ispirati, per lo più, dall’osservazione del volo degli uccelli. A questi esperimenti se ne aggiungeranno poi molti altri nel corso della storia, fino ad arrivare a velivoli più o meno simili a quelli odierni.

L’invenzione dell’elicottero

Le invenzioni dell’aeroplano e dell’elicottero, pur provenendo da una storia comune, hanno poi preso strade diverse.

Lo studio del volo tramite due ali è proseguita in un modo, mentre quella che prevedeva il funzionamento di un’elica superiore ha avuto altri sviluppi. Vediamo più nello specifico chi sono stati i protagonisti principali e i passaggi fondamentali che hanno portato all’invenzione dell’elicottero.

Il primo elicottero

È difficile stabilire con esattezza chi possa essere considerato il reale inventore dell’elicottero. Il primo che può essere classificato come un vero antenato dei nostri elicotteri è quello messo a punto dall’ingegnere italiano Enrico Forlanini nel 1877. Era un velivolo a vapore di circa tre chili che riuscì a sollevarsi fino a circa 13 metri da terra. Per attendere un elicottero munito di pilota, però, occorre attendere il 1907. In quell’anno Paul Cornu realizza un marchingegno munito di pedali ed eliche rotanti che riesce a sollevarsi da terra di trenta centimetri.

Gli elicotteri come li conosciamo oggi

Un altro nome ricorrente tra le personalità di spicco in campo di elicotteri è quello dell’ingegnere francese Etienne Oehmichen. Da molti è considerato come l’unico ed autentico inventore dell’elicottero moderno. Tuttavia, Oehmichen affermò al riguardo: “Non sono io l’inventore dell’elicottero. Colui che lo creò fu Leonardo Da Vinci nel 1486, quando disegnò la sua macchina volante ad ali girevoli”. L’ingegnere francese non aveva, infatti, tutti i torti. È noto che, come abbiamo visto, i primi progetti risalissero proprio al geniale Leonardo. Oehmichen riuscì, comunque, a volare per 360 metri sul suo elicottero, un record assoluto per l’epoca. Un’invenzione fondamentale arriva, poi, nel 1930 grazie agli studi dell’olandese A.G Von Baumhauer. Fu lui il primo a sviluppare un prototipo di elicottero con rotore posteriore. Il primo elicottero pronto per una produzione seriale fu molto probabilmente il Focke-Wulf 61, nel 1936. Il primo modello impiegato in ambito militare fu invece il Flettner FI 282 Kolibrì. Il suo esordio risale al secondo conflitto bellico.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche