×

Chi si aggiudicherà la prima edizione della Conference League?

Roma e Tottenham su tutte, ma occhio anche al Feyenoord.

football 2699615 960 720 768x529

Sebbene sia appena iniziata, la prima edizione della Conference League (terza coppa europea per club dopo Champions League ed Europa League) ha già due probabili vincitori su cui è possibile puntare oggi a occhi quasi chiusi. Stiamo parlando di Roma e Tottenham, lesquadre in assoluto più attrezzate per conquistare questo trofeo. Magari non faranno terra bruciata partita dopo partita, ma poco ci manca, considerando che Union Berlino, Vitesse, Gent e Rennes onestamente non possono impensierirle. Forse l’unica potrebbe essere il Feyenoord, squadra olandese per tradizione molto quadrata che in campionato sta facendo piuttosto bene. Forse.

Certo non è al livello del blasonato Ajax, ma la formazione allenata da Arne Slot sa come approcciare al meglio ogni gara. Dunque Roma e Tottenham dovranno stare molte attente se e quando troveranno questa avversaria sulla loro strada. A questo punto vi starete chiedendo come mai siamo così certi che i giallorossi e i biancoblu marino siamo i più forti in assoluto. È presto detto: le loro rose sono di ottimo livello, e sicuramente superiori a quelle delle altre formazioni che partecipanoalla Conference League.

Se la Roma può vantare Abraham, Pellegrini e Veretout, il Tottenham può vantare Kane, pronto a rinnovare il contratto, Son ed Emerson. Poi, chiaro, nel calcio può succedere di tutto, anche che l’AZ arrivi in finale, anche se noi non ci crediamo per nulla.

Nonostante un periodo non ottimo a livello di risultati ottenuti sono loro le favorite

Anche se la Roma sta vivendo un periodo non felicissimo a livello di risultati ottenuti, secondo le principali quote scommesse Conference League sarà lei insieme al Tottenham a recitare un ruolo da assoluta protagonista nel corso della prima edizione della nuova coppa europea che ha appena preso il via. Penserete che sia quantomeno strano: se una squadra non vince e non convince in campionato come fa a essere favorita? La risposta ve l’abbiamo offerta nel paragrafo precedente, risposta che va bene anche per gli Spurs, che in Premier League hanno iniziato la stagione con il piede sbagliato.

Se i giallorossi non gongolano di certo dopo il derby perso malamente con la Lazio, i biancoblu marino dopo le batoste contro Chelsea e Arsenal invece non sorridono. Meno male che il livello in Conference League non è troppo elevato e permette a queste due squadre di poter puntare alla vittoria finale nonostante i rispettivi inciampi nei tornei nazionali.

Il “fattore” Mourinho

ball 4353214 960 720

La Lupa ha qualcosa in più rispetto alla sua diretta concorrente per la conquista della coppa, anzi qualcuno, ed è José Mourinho. Il portoghese non solo è carico perché non vede l’ora di far vedere al Tottenham che non è un allenatore mediocre, ma è anche un esperto quando si tratta di Europa.

Ricordare i suoi trionfi con Il Porto e con l’Inter di Massimo Moratti in Champions League è d’obbligo, perché non sono stati casuali, ma figli della conoscenza profonda di certi tipi di tornei in cui curare il particolare può fare la differenza. E la Roma potrà fare la differenza in Conference League, soprattutto se imparerà a difendere dal centrocampo in giù.

Contents.media
Ultima ora