×

Chiesero 100mila euro a Balotelli per tacere su un presunto stupro

Una 17enne si incontrò a Nizza con il campione e poi avrebbe deciso di "incastrarlo": chiesero 100mila euro a Balotelli per tacere su un presunto stupro

Mario Balotelli

Chiesero 100mila euro a Mario Balotelli per tacere su un presunto stupro poi archiviato ma sono finiti in rubrica della Procura per tentata estorsione. Una ragazza di Bassano del Grappa querelante del campione ed un avvocato sono stati indagati per una vicenda su cui deve essere fatta chiarezza in punto di Diritto.

Il dato è che i due sarebbero stati “smascherati” nelle loro intenzioni da intercettazioni pubblicare dal Corriere della Sera in cui la giovane, che comunque aveva denunciato Balotelli a Brescia veniva descritta dal coindagato, avvocato Roberto Imparato, come “un’attrice nata”. 

Chiesero 100mila euro a Mario Balotelli 

Lo stesso legale in quei frames si vanta di voler comprare “due Ferrari”. I fatti risalgono a quando la ragazza aveva 17 anni e le procure che stanno indagando sulla tentata estorsione sono quelle di Venezia e Vicenza.

Nel 2017 la ragazza e il calciatore si incontrano a Nizza, la ragazza pare riferisce a Balotelli di essere maggiorenne esibendo la carta di identità di una sua cugina. Poi arriva la presunta richiesta: la giovane avrebbe chiesto a Balotelli 100mila euro in cambio del silenzio su una presunta violenza sessuale. “Balo” però non molla e va in Procura a denunciare la ragazza, che avrebbe anche cercato invano di vedere la notizia al settimanale “Chi” tramite l’avvocato. 

“Devo beccare in pieno Mario”

E le intercettazioni? Secondo quelle presunta parte lesa e legale sarebbero stati d’accordo per estorcere il denaro al calciatore. Per l’accusa Imparato sarebbe stato convinto di riuscire a portare a casa la cifra e progettava quali acquisti avrebbe fatto dopo aver intascato il denaro. In alcune telefonate la ragazza avrebbe raccontato a un amica che l’avvocato le aveva consigliato di riferire a Balotelli di avere un trauma che le inibiva la frequentazione della scuola.

E ancora: “Devo dire queste cose a Mario e devo pretendere le sue scuse. Così lo becco in pieno“. E l’avvocato? “Abbiamo registrato per 20 minuti. Adesso voglio una Ferrari gialla e una blu. Abbiamo fatto centro prove, la ragazza è un’attrice nata“. Balotelli ora si è costituito parte civile con gli avvocati Enrico Baccaro e Vittorio Rigo. Ai due ha chiesto 150mila euro di danni. 

Contents.media
Ultima ora