×

“Ciao Mario, eccomi”: la telefonata tra Salvini e Draghi al Quirinale

Nei momenti cruciali per il destino del Quirinale c'è stata una telefonata in confidenza tra Mario Draghi e il leader leghista, Matteo Salvini.

telefonata salvini draghi

Nei momenti cruciali per il destino del Quirinale c’è stata una telefonata in confidenza tra Mario Draghi e il leader leghista, Matteo Salvini.

La telefonata tra Draghi e Salvini

«Ciao Mario, eccomi!». Così ha esordito il leader dellla Lega, Matteo Salvini, non happena ha risposto alla chiamata in entrata.

Un esordio inequivocabile, che rivela subito l’interlocutore. Chiaramente con «Mario» s’intende Draghi.

Una telefonata che è arrivata proprio nei momenti cruciali per il destino del Quirinale, dopo giorni di urne che hanno portato ad un nulla di fatto. Infatti, è attualmente in corso – oggi, sabato 29 gennaio – la settimana votazione per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

Il contenuto della telefonata tra Draghi e Salvini

La conversazione è avvenuta mentre Matteo Salvini si stava dirigendo verso gli uffici della Lega.

In quel momento, rallenta il passo, estrae lo smartphone e risponde alla chiamata del Premier.

«Sì sì, è vero. […] No no, non ci farebbe una bella figura il Paese… […] Dai, sì, Mario. Va bene. Allora ti vengo a trovare appena finisco qui». Questi gli unici stralci di conversazione resi noti, a fronte di una telefonata durata diversi minuti, molto probabilmente sulle sorti del Quirinale e del Governo.

Il futuro del Quirinale

Come anticipato, siamo arrivati al settimo giro di elezioni per indire il prossimo Presidente della Repubblica. E finalmente sembra esserci intesa, anche se per un’opzione piuttosto sorprendente: infatti, si starebbe andando in direzione di un Mattarella Bis.

Contents.media
Ultima ora