×

Cicciolina diffidata dagli Uffizi: la foto a luci rosse non autorizzata dal museo

cicciolina
cicciolina

Si tratta della prima audioguida ai “nudi classici” ideata dal sito a luci rosse “Pornhub Classic Nudes“. L’invito è rivolto alla scoperta delle immagini erotiche nascoste nei grandi capolavori dell’arte raccolti tra il Museo d’Orsay e il Louvre di Parigi, il MOMA di New York e il Museo del Prado di Madrid, la National Gallery di Londra e i nostrani Uffizi di Firenze.

cicciolina museo degli uffizi 400x201

La protagonista di tale iniziativa è un’icona del settore hard a livello internazionale. Si tratta infatti di Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina, ex moglie di Jeff Koons, uno dei più grandi artisti contemporanei.

Per l’iniziativa “Classic Nudes”, l’ex attrice a luci rosse ha posato nel video promozionale con una tutina adamitica color carne, impersonando niente meno che la Venere di Botticelli, conservata proprio negli Uffizi.

Cicciolina dà scandalo con la Venere di Botticelli

Trattandosi tuttavia di “uso improprio di un’opera d’arte” e considerando “i diritti di immagine” di proprietà del museo, la Galleria fiorentina ha deciso di passare l’intera faccenda al proprio ufficio legale.

Così Cicciolina è stata diffidata, in quanto “nessuno ha concesso autorizzazioni all’operazione”, come si spiega nel comunicato del museo toscano.

In Italia il codice dei Beni Culturali prevede difatti il permesso del museo per usare immagini a fini commerciali, con relativo canone da pagare.

Il tutto sempre solo nel caso in cui l’istituzione conceda l’autorizzazione, che come in questo caso difficilmente sarebbe stata rilasciata.

Contents.media
Ultima ora