×

Ciciliano: “Vaccinare i bambini sarà decisivo, in aumento i casi gravi”

Fabio Ciciliano e gli step necessari per combattere la pandemia senza cadere nel panico: “Vaccinare i bambini sarà decisivo, in aumento i casi gravi”

Il dottor Fabio Ciciliano

Fabio Ciciliano lo ha detto con chiarezza in una intervista al Messaggero: “Vaccinare i bambini sarà decisivo, sono in aumento i casi gravi”. Il membro storico del Cts spiega le due assolute necessità delle vaccinazioni pediatriche. Perché? Lo scopo è proteggere i bambini, sia perché si cominciano a registrare casi severi che “per garantire le lezioni in presenza”. 

Fabio Ciciliano: “Vaccinare i bambini sarà decisivo”: il parere di un medico con molta esperienza

Ciciliano è un medico con una grande esprienza e con skill maturate nella Polizia di Stato e nella Protezione Civile. Il camice bianco è membro del Comitato tecnico scientifico fin dagli esordi ed ha spiegato che la gestione della pandemia è di certo meno emergenziale, ma servono alcuni step fondamentali, primo fra tutti quello delle vaccinazioni ai bambini

L’importanza di una copertura ampia e il monito di Ciciliano: “Vaccinare i bambini sarà decisivo”

Vaccinazioni che fra pochi giorni partiranno, e sulla cui importanza Ciciliano ha voluto sottolineare alcuni aspetti: “Una ampia copertura è importantissima. Una popolazione vaccinata in tutte le fasce di età risulta più impermeabile e protetta all’azione del Sars-CoV-2 che sta registrando una recrudescenza di circolazione in questo periodo autunno-invernale”. E ancora: “Serve per abbattere mortalità, rischio di ricovero e trasmissione del contagio. E per i bambini in età scolare, proteggere e proteggersi assume un ulteriore fondamentale significato pratico per continuare ad andare a scuola in presenza e non ricorrere più alla Dad”. 

“Vaccinare i bambini sarà decisivo”, Fabio Ciciliano, i dati e la “memoria corta”

Poi Ciciliano ammonisce: “Abbiamo la memoria troppo corta. Abbiamo già dimenticato le condizioni dei nostri bambini quando sono stati obbligati alla didattica da casa durante la prima fase della pandemia”. E sulla presunta minore pericolosità del covid per la fasce under 11 o comunque per i più giovani? Ciciliano smorza ogni illusione: “Non è vero. Anche se il Covid-19 colpisce meno i bambini rispetto ad altre fasce di età, può purtroppo causare anche gravi quadri patologici, fino alla morte”.

Poi i dati: “Ad oggi registriamo 34 casi di decesso nella fascia 0-19 anni (7 casi nella fascia 16-19; 8 nella fascia 12-15; 9 nella fascia 6-11; 5 nella fascia 3-5; 5 nella fascia 0-3 anni). In queste ultime settimane si è assistito ad un costante aumento dei casi di contagio e, nell’ultimo monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità, il maggior numero si è registrato proprio nella fascia di età 0-9 anni”. 

Contents.media
Ultima ora