×

Cina, venduto da bambino ritrova i genitori ma viene abbandonato di nuovo: si toglie la vita

Liu Xuezhou, 17 anni, era stato venduto quando era un bambino. Dopo aver ritrovato i genitori biologici è stato di nuovo abbandonato e si è suicidato.

Liu Xuezhou

Liu Xuezhou, 17 anni, era stato venduto quando era un bambino. Dopo aver ritrovato i genitori biologici è stato di nuovo abbandonato e si è suicidato. Una drammatica storia che arriva dalla Cina. 

Cina, venduto da bambino ritrova i genitori ma viene abbandonato di nuovo: si toglie la vita

Liu Xuezhou ha avuto una storia molto triste alle spalle, tanto da spingerlo a togliersi la vita. Quando era un bambino è stato venduto, ma da adolescente ha ritrovato i suoi genitori, prima di essere nuovamente abbandonato. Il 17enne non ha retto il dolore e si è suicidato. Poco prima aveva pubblicato su Weibo, social network cinese, una serie di post molto allarmanti. La polizia di Sanya, ad Hainan, ha avviato una ricerca disperata, ma alla fine sono stati dei cittadini a trovarlo.

Il ragazzo era ferito ma ancora vivo. Lo hanno portato in ospedale, ma purtroppo i medici non sono riusciti a salvarlo. 

Cina, venduto da bambino ritrova i genitori ma viene abbandonato di nuovo: la triste storia era diventata virale

Il ragazzo era diventato famoso in Cina, proprio perché la sua triste storia era diventata virale. Nel 2005 era stato venduto, poi è rimasto orfano dei genitori adottivi, due contadini della provincia di Hebei.

La coppia era morta a causa di un’esplosione nella loro abitazione. Liu era passato di famiglia in famiglia ma mesi fa è finalmente riuscito a trovare i genitori biologici e ad incontrarli. Sul suo profilo su Weibo ha condiviso le foto dell’incontro con il padre, Ding Shuangquan, e con la madre, Zhang. La coppia ha divorziato ed entrambi hanno nuove famiglie. Per Xuezhou non c’era spazio e lui stesso, sui social, aveva annunciato che i genitori biologici avevano deciso di chiudere i rapporti con lui per la seconda volta.

Nel suo messaggio di addio ha scritto: “Sono stato abbandonato due volte dai miei genitori“. 

Cina, venduto da bambino ritrova i genitori ma viene abbandonato di nuovo: ha ricevuto numerose accuse

I genitori biologici hanno dichiarato che il ragazzo li voleva costringere a comprargli una casa, cosa che non sarebbero potuto fare. La madre, Zhang, parlando a Shangyou News, lo ha accusato. “Suo padre s’è risposato e io pure. Ha tentato di costringerci a comprargli una casa, ma noi non abbiamo soldi a sufficienza” ha spiegato. L’accusa aveva scatenato l’odio degli haters online spingendo l’adolescente a spiegare che i genitori non volevano che vivesse con loro e non gli hanno consentito di visitare le loro case. Per questo è stato costretto a chiedere “o di affittare o di comprare una casa per me, perché sono senza fissa dimora“. Le accuse nei suoi confronti sono andate avanti, fino al suo suicidio. 

Contents.media
Ultima ora