Ciro Ascione morto sui binari il ragazzo scomparso a Casoria
Ciro Ascione, morto sui binari ragazzo scomparso a Casoria
Napoli

Ciro Ascione, morto sui binari ragazzo scomparso a Casoria

Ciro Ascione morto

E' stato trovato il corpo senza vita di Ciro Ascione lungo la ferrovia di Casoria: si è trattato di un incidente, esclusa la pista del suicidio.

Ciro Ascione morto, è stato ritrovato il corpo senza vita del ragazzo di sedici anni che era scomparso lo scorso sabato. Il ritrovamento è avvenuto lungo la ferrovia di Casoria. Secondo quanto è stato raccolto fino a questo momento, si è trattato di un incidente. Il giovane, infatti, è caduto sui binari dopo aver provato ad aggrapparsi al treno in corsa. La Procura aveva fin da subito escluso l’ipotesi di suicidio.

Ciro Ascione morto

E’ stato ritrovato sui binari il corpo senza vita di Ciro Ascione, il sedicenne che era scomparso lo scorso sabato. Il giovane è stato vittima di un tragico incidente, il cui corpo è stato ritrovato ai margini della linea ferroviaria Napoli-Roma, nei pressi della stazione di Casoria (provincia di Napoli). Secondo le informazioni raccolte, il sedicenne, non essendo riuscito a salire sul treno in orario, nel tentativo di non perderlo, si è appoggiato al predellino ed è rimasto aggrappato in maniera precaria all’esterno del convoglio.

E’ stata questa la dinamica dell’incidente che ha portato alla morte del ragazzino.

A confermare questa tesi formulata dalla Procura di Napoli sono le telecamere di sorveglianza presenti nella stazione. Ciro, dunque, è morto cadendo dal treno in corsa, poco prima di arrivare in stazione. Il sedicenne, infatti, la sera dello scorso 20 gennaio avrebbe dovuto prendere il treno Napoli-Caserta per arrivare a Casoria, dove lo attendeva il padre. Ma purtroppo non è mai arrivato. Sempre nel pomeriggio di sabato, Ciro aveva incontrato la fidanzatina a Napoli, per poi salutarla intorno alle 20.45. Successivamente si è fiondato in metro per raggiungere la stazione centrale. Ed è proprio qui che le telecamere lo hanno ripreso mentre correva per prendere quel treno che lo avrebbe dovuto portare a Casoria. Quella è stata l’ultima immagine di Ciro vivo. Nessuno aveva visto il ragazzo salire sul treno, ma la Squadra Mobile, tracciando il suo telefono, ha accertato che il giovane era effettivamente salito.

La disperazione

Inizialmente si erano valutate anche altre diverse ipotesi.

Come ad esempio quella della rapina o dell’aggressione. Esclusa fin da subito la pista relativa ad un possibile suicidio. Dopo la scoperta della morte di Ciro, il sentimento dei familiari è un misto tra disperazione e incredulità. Lo zio del ragazzo aveva anche lanciato un appello: “Non credo che non vi fossero persone su quel vagone, nonostante l’orario. Qualcuno ha visto, ne sono convinto; chi sa qualcosa collabori con le autorità, anche in forma anonima, per aiutarci a comprendere il perché della morte così orribile di un ragazzo. Un bravo ragazzo che non ha mai fatto del male a nessuno”.

Nella serata di mercoledì ad Arzano (provincia di Napoli) si è svolta anche una fiaccolata per ricordare Ciro. Lungo tutta la strada che porta alla chiesa sono stati sistemati dei palloncini bianchi e degli striscioni con parole di affetto nei confronti del giovane che ha perso tragicamente la vita a causa di un incidente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.