×

Citroën e Peuoget: con Start&Stop nuovi diesel con consumi da record

Lo Start&Stop ormai imperversa su moltissimi modelli di auto e, per questo motivo, il gruppo Psa (Peuoget Citroën) ha investito circa 300 milioni di euro per sviluppare questo sistema sui nuovi motori e-HDI. Trentasei mesi di lavoro per un pool di cinquecento tra ingegneri e tecnici che si sono prodigati per mettere a punto questo sistema che consente di abbattere sensibilmente i consumi. Già presente sui propulsori alimentati a benzina, si lavora per poter portare lo stesso sistema anche sui motori diesel di ultima generazione, grazie anche alla collaborazione con Valeo che fornisce il cuore dell’intero sistema. I nuovi motori avranno un’alternatore collegato con una cinghia e funge da motorino di avviamento che assicura l’accensione del propulsore in soli 400 millisecondi.

I nuovi e-HDI sono in grado, anche, di poter recuperare l’energia sprigionata nella fase di decelerazione o con un grande lavoro sulle sospensioni si è riusciti anche a ridurre sensibilmente la rumorosità e le vibrazioni delle versioni precedenti. I nuovi propulsori, che avranno un costo di poche centinaia di euro in più rispetto alle precedenti versioni; saranno disponibili in Italia da fine novembre sulla Citroën C4. Sarà, però, il 2011 l’anno di lancio di questa nuova tecnologia su tutte le vetture sia della gamma Citroën che Peugeot che monteranno i motori a gasolio HDI da 1.4 a 1.6. Il nuovo sistema entra in gioco arrestando il motore quando si scende sotto i 22 km/h, sulle versioni con cambio manuale; e sotto gli 8 km/h per quelle dotate di cambio automatico.

I vantaggi di questo nuovo sistema sono sicuramente l’abbattimento dei consumi che si aggira intorno all’15% nell’uso cittadino; mentre i fastidii principali si riscontrano quando viene richiesto al guidatore di mettere in folle e rilasciare completamente il pedale della frizione. Sicuramente non una consuetudine per chi guida nel percorso cittadino, dove questo sistema dovrebbe entrare in gioco. Qualche perplessità anche nel momento in cui si utilizza questo sistema contestualmente all’attivazione del climatizzatore, che sottrae troppa energia allo stop&start; mentre tutto va per il verso giusto quando la temperatura esterna non supera i 30 gradi.

Leggi anche