Claudia Gerini e il censimento rom: "Non mi sembra razzista"

Claudia Gerini sta con Salvini e sul censimento rom dichiara: "Non mi sembra una mossa razzista"

Claudia Gerini come Riccardo Scamarcio. L’attrice romana, infatti, ha espressamente dichiarato la sua approvazione circa le ultime posizioni annunciate dal ministro Salvini. Si è mostrata pienamente in linea con l’eventualità, proposta da Matteo Salvini, di censire la popolazione rom in Italia.

“Le ideologie in questo Paese non ci sono più. Bene coloro che fanno qualcosa per gli italiani”, ha dichiarato.

Claudia Gerini sta con Salvini

Le ultime proposte di Matteo Salvini stanno soddisfacendo i milioni di italiani che lo hanno votato, desiderando vederlo a capo del nostro governo. Anche Claudia Gerini sembra essere favorevole. Pochi giorni fa, l’attrice aveva fatto molto discutere affermando che trova corretta e assolutamente adeguata l’ipotesi di un censimento rom, sulla scia di quanto precisato dal Vicepremier.

La dichiarazione da lei rilasciata durante il programma radiofonico “Un Giorno da Pecora” è destinata a far molto discutere.

Non mi sembra una mossa razzista ma ottima. Perché mai dobbiamo essere censiti noi e i rom no?”, ha esordito convinta la Gerini. Dietro le sue parole sembra celarsi il pensiero di molti italiani, non necessariamente di ispirazione leghista. “Le ideologie in questo Paese non ci sono più. Bene coloro che fanno qualcosa per gli italiani, qualcosa di giusto, come i provvedimenti per far crescere le aziende o per far sì che si possa convivere in una società multiculturale”, ha poi tenuto a sottolineare, omaggiando in questo molto la politica salviniana.

A differenza delle numerosissime e pesanti critiche nei riguardi del leader della Lega, la Gerini sembra difenderlo e scagliarsi dalla sua parte. Ha dedicato parole positive e di approvazione anche per l’altro caposaldo di questo nuovo esecutivo, il ministro del Lavoro e vicepremier Di Maio. L’attrice, infatti, ha affermato che: “I primi passi sono stati buoni a mio avviso. Ha fatto un discorso in Confindustria o in Confcommercio che mi è piaciuto.

Insomma, si capisce che stanno dalla parte di chi vuole crescere“.

La Gerini come Riccardo Scamarcio

Claudia Gerini non è la sola star cinematografica italiana ad aver espresso la sua fiducia nei riguardi del ministro degli Interni. Al suo fianco c’è anche Riccardo Scamarcio.

Pochi giorni prima delle dichiarazioni della Gerini, un’altra celebre figura del panorama cinematografico italiano ha esplicitato la sua linea filo-governativa. Scamarcio, in particolare,ha voluto dire la sua in riferimento al caso della nave Aquarius e alla reazione del nostro governo (fortemente voluta da Salvini).

“Non sono assolutamente d’accordo con chi semplifica dicendo che questo sia un governo razzista. A tutti i pensatori di sinistra che si fanno abbindolare dalla stampa mainstream dico che all’interno di questo governo ci sono persone che hanno sempre votato a sinistra, che sono degli intellettuali, e che si sono candidati con Lega e M5S”, ha tenuto a precisare