×

Claudio Lotito congelato in Senato nonostante il si della Giunta per le Elezioni

Claudio Lotito congelato in Senato nonostante il si della Giunta per le Elezioni e in aula, con il traguardo ormai vicino, arriva la "trappola" di un voto

Claudio Lotito

L’imprenditore e presidente della Lazio Claudio Lotito è stato “congelato” in Senato nonostante il si della Giunta per le Elezioni al riesame della sua posizione di aspirante parlamentare anziano: una mozione del Gruppo Misto e lo sbarramento dei renziani che temevano di perdere il loro Carbone sembrano aver chiuso la questione in maniera definitiva. 

Claudio Lotito “congelato” in Senato: la Giunta aveva detto si al rientro ma è spuntata la “trappola”

Di cosa parliamo? Della discussione a Palazzo Madama con cui i senatori sono chiamati ad esprimersi su alcuni seggi contesi dopo le elezioni nazionali del 2018. Nel novero di quei casi figurava quello proprio di Lotito. Il patron biancoceleste risulta eletto nelle liste della Campania con Forza Italia e nel 2020 la Giunta accolse il suo ricorso. Che cosa significa? Che Lotito aveva diritto ad esigere uno scranno in Senato.

Solo che a “validare” questo suo diritto ci doveva pensare un Senato già formato, con un senatore “in surroga” di Lotito e soprattutto con equilibri numerici e partitici già raggiunti. 

Ordine del giorno a sorpresa e Claudio Lotito esce dal Senato “congelato” ma non senatore

A pochi minuti dal traguardo perciò sul capo di Lotito è arrivata la “tegola” di un ordine del giorno della capogruppo del Misto Loredana De Petris passato con 155 sì, 102 no e 4 astenuti.

Quel punto è passato ed ha rinviato di nuovo tutto alla Giunta. Giunta che con i suoi calendari e con una nuova istruttoria difficilmente si pronuncerà in tempo per la scadenza naturale del mandato delle Camere prevista per il 2023. Il presunto errore di calcolo in danno di Lotito aveva favorito Vincenzo Carbone, senatore in quota Italia Viva. 

Resta il renziano Carbone, Claudio Lotito “congelato” in Senato e Iv gongola

E proprio una nota del partito di Matteo Renzi esprime soddisfazione per l’accaduto:  “Vincenzo Carbone è salvo e il gruppo di Iv ne è estremamente felice nonostante il voto palese con la destra di sette senatori del Pd sulla sospensiva per far entrare persino Lotito pur di far saltare un senatore di Iv. Come avrebbero commentato i fedelissimi di Letta a parti invertite?”. Più diretta la renziana Daniela Sbrollini: “È emerso che le schede valide di ben sei sezioni elettorali sulle 12 richieste non risultano più recuperabili in quanto distrutte. Come può questa assemblea votare a favore di un annullamento di un’elezione di un suo componente in assenza di dati certi?”.

Contents.media
Ultima ora