×

Cleo rapita in Australia, i genitori vorrebbero cambiarle nome per proteggerla

Cleo Smith venne rapita in Australia ed ora che la polizia l'ha ritrovata i genitori vorrebbero cambiarle nome per proteggerla da nuovi pericoli

La piccola Cleo Smith

Punto di svolta nella vicenda di Cleo Smith, la bambina rapita in Australia nel 2021, i genitori vorrebbero cambiarle nome per proteggerla e con l’imputato per il sequestro che ammette le colpe davanti alla giustizia i due vorrebbero una misura ulteriore perché la loro paura è stata troppo grande

Un nome nuovo per Cleo, rapita in Australia e ritrovata 18 giorni dopo dalla polizia

Cleo Smith scomparve il 16 ottobre 2021: i genitori andarono in campeggio e la piccola scomparve misteriosamente. Le operazioni di ricerca furono memorabili e dopo 18 giorni la bambina fu ritrovata, sola e spaventata, in una casa sulla costa nella cittadina di Carnarvon

Ha un nome ed un volto l’uomo grazie a cui Cleo venne rapita in Australia: Tercence Kelly si è dichiarato colpevole

Venne anche individuato il rapitore presunto: Terence Darrell Kelly.

L’uomo in sede processuale ed in collegamento video all’apertura del dibattimento si era dichiarato “colpevole” ed è in attesa di comparire di nuovo davanti alla corte a marzo. In quella sede, come vige con la giustizia di modello anglosassone che viene adottata in Australia, verranno resi noti i particolari del rapimento di Cleo. 

Dopo che Cleo è stata rapita i genitori di Cleo temono che la sua vita in Australia possa risentirne

Ma se c’è un presunto colpevole perché la mamma e il patrigno di Cleo stanno valutando la possibilità di cambiare il nome alla piccola? Perché non vogliono che si ripeta quello che hanno passato e vogliono evitare che il mainstream che aveva circondato la vicenda di Cleo quando venne rapita inneschi “appetiti criminali” in altre persone o troppe attenzioni mediatiche.

Contents.media
Ultima ora