×

Cobra in città e scatta l’allarme del sindaco: “Fate molta attenzione”

Cobra in città e scatta l’allarme del sindaco Giuseppe Di Pilla che emette un'ordinanza, ma su quello scatto ci sono i seri dubbi di un esperto

Un cobra del Mozambico, molto ricercato nei terrari

Un cobra si aggirerebbe in una piccola città del Molise e, malgrado qualche remora sullo scatto che ritrae il serpente, scatta l’allarme del sindaco: “Fate molta attenzione”. E Giuseppe Di Pilla, primo cittadino di Sant’Agapito, piccolo comune in provincia di Isernia, non si è limitato ad un blando avvertimento, ma ha emanato una apposita ordinanza con la quale si fa divieto di percorrere le campagne dove sarebbe stato avvistato il pericoloso rettile, vicino la ferrovia e la motorizzazione, in Viale delle Scienze

Cobra in città e scatta l’allarme, ma ci sono dubbi sulla foto che ritrae il serpente

Tutto ruoterebbe intorno alla fato scattata da un testimone, che ritrae quello che indubbiamente sembra sia un cobra, sia pur di lunghezza inferiore allo standard, di uno “strano” colore chiaro e con il cappuccio distintivo della specie ben disteso malgrado il serpente stia strisciando e non sia ritto in posizione di attacco-difesa. Insomma, fra il dubbio che si tratti di un falso o che nelle campagne di Sant’Agapito davvero si aggiri uno dei cinquanta rappresentanti più pericolosi al mondo dei serpenti dotati di ghiandole velenifere il sindaco ha scelto la linea della prudenza.

Il primo cittadino ha allertato i Carabinieri, la Polizia, la Prefettura e gli enti preposti. 

Un cobra a spasso in città, scatta l’allarme e il sindaco emette un’ordinanza

Ed ha espressamente chiosato: “Fate molta attenzione”, dopo aver emanato un’ordinanza per allertare la zona limitrofa e invitare i residenti a non uscire se non strettamente necessario. Ecco cosa recita l’atto: “Su tutta la zona, sarà emessa un’ordinanza di assoluto divieto di accesso ai campi circostanti, in particolare in presenza di siepi e sterpaglie”.

E dopo l’avvistamento le ricerche proseguono, con Vigili del fuoco di Isernia, Carabinieri di Monteroduni, colleghi del reparto Forestali di Isernia ed associazioni animaliste di Campobasso impegnate nella caccia al serpente. 

Cobra in città e scatta l’allarme, ma l’esperto non ha dubbi: “È un falso”

Fra le tesi che circolano sui social vi è anche quella che possa effettivamente trattarsi di un cobra fuggito da un terrario privato e affetto da albinismo, il che spiegherebbe la sua curiosa pigmentazione.

Dal canto suo il dottor Maurizio D’Amico, veterinario in forza all’Asl1 di Castel di Sangro, indicato dai media locali, come “autore di testi scientifici e membro autorevole della Società Herpetologica Italica Sezione Abruzzo e Molise A. Bellini” ha ispezionato l’immagine e non ha avuto dubbi “È un giocattolo”. Nella mattinata del 23 luglio l’area è stata comunque sottoposta ad una ispezione da parte dei Carabinieri Forestali, il tutto mentre i militari hanno rintracciato l’autore dello scatto e lo hanno convocato per interrogarlo.

Contents.media
Ultima ora